La gatta con il collo.. Di maglia

Cari amici, è tanto che non ci sentiamo, ma io e la mamy siamo state occupate.. ci perdonate, vero?

Intanto la stagione fredda è arrivata, e io e la mamy ci siamo organizzate: ci manca altro che, oltre a tutto il resto, prendo anche il mal di gola quando voglio a tutti i costi affacciarmi alla finestra la mattina (così dice la mamy, io ho il dubbio che i gatti non prendano il mal di gola, ma tant’è…)

Processed with VSCOcam with f2 preset

Processed with VSCOcam with f2 preset

Il collo di maglia ha anche un’altra funzione, oltre ad essere fescionissimo (come potete vedere nelle foto qui sotto):infatti, mi è tornato uno sfogo grossissimo di allergia da granuloma eosinofilico.

Vi ricordate che ve ne avevo parlato? Quella brutta allergia a non si sa bene cosa, che ogni tanto mi prende e mi fa venire dei brutti sfoghi che diventano croste e che mi portano via tutto il pelo della mia bella pelliccetta argentata… ecco, me ne è tornata una brutta brutta, di crisi.

Lo scorso mese la mamy mi ha portata dalla vet, che ci ha sgridate perchè, dall’ultima crisi che ho avuto, mamy non mi aveva più messo l’antipulci (sospettato di essere la causa degli sfoghi cutanei). La vet ci ha sgridate perchè dice che anche se sto in casa le pulci possono mordermi lo stesso, e quindi ha consigliato a mamy di trovare un’altra soluzione.

Mamy, sentendosi in colpa, ha provato a igienizzare le mie cucce con un prodotto nuovo, a base naturale (olio di neem, lavanda, etc.) che si può passare anche sul mio pelo (mamy se lo è spruzzato su un panno, per non mettermelo a diretto contatto sulla pelle… ma non è bastato). Lo sfogo allergico mi è tornato, fortissimo.

I prodotti a base naturale sono quelli che mi fanno stare peggio, che paradosso.

Adesso ho il collo pieno di “buchi” senza pelliccetta, alcune croste ancora in formazione, altre guarite. Mamy è tristissima e si sente in colpa, anche se io le ho detto che non è mica colpa sua. Allora ogni tanto mamy mi mette la pomata per aiutarmi a cicatrizzare, e poi un bel collo di maglia (che a me non piace ma me lo devo tenere lo stesso – almeno non è quel cavolo di maglioncino che mi fa camminare come una scema in giro per casa!) per proteggermi e impedirmi di grattarmi mentre la pomata si assorbe.

Non ci resta che aspettare che anche questa brutta crisi passi, e poi smettere per sempre con i prodotti antiparassitari…

Intanto, io sono diventata “la gatta con il collo di maglia”.


  

3 anni vissuti …miciosamente!

La mamy ancora se lo ricorda, e a volte va a rivedersi le prime, primissime foto scattate quel giorno.

Io forse me lo ricordo un pò meno.. sapete, l’età.

Io, il primo giorno a casa con l'umana

Io, il primo giorno a casa con l’umana

Era il 19 agosto di 3 anni fa, e quel giorno la mamy è venuta a prendermi e mi ha portato a casa. A quella che da quel giorno sarebbe diventata la mia nuova casa. O una delle due, insomma.

Il giorno prima ero uno scricciolo di micina tutta pelle e ossa (e grandi grandi orecchie) che passava le sue giornate giocando con i fratellini, correndo dietro a mammagatta, e nascondendomi nel piatto della doccia di casa, il giorno dopo ero uno scricciolo di micina tutta pelle e ossa che si nascondeva sotto al camino in cantina di questa nuova, strana, umana, che ha poi preso il vizio – per mesi – di scendere a sedersi in divano con me, e passare le ore a fare leparole crociate… mentre io mi abituavo a lei. Alla sua presenza, alla sua voce, al suo odore, al suo passo.

E a tutte le altre cose che c’erano in quella grande casa (compresa la cana invadente!)

gattabigia-parole-crociate

Ancora oggi, mi è rimasta la fissa per le matite, sapete? Appena ne vedo una niente, la devo attaccare e sgranocchiare… da quei giorni la mamy non è più riuscita a fare le parole crociate… appena la vedo sedersi con quaderno e matita le devo saltare in braccio e basta.

gattabigia-parole-crociate

E guardate come “riempivo” bene la mia cuccetta… Ero proprio patatina, non trovate?

gattabigia

Eh si, sono già passati 3 anni, ma quei primi giorni credo che la mamy non li dimenticherà mai…

Chiacchierina…

Quando sono arrivata in questa casa, o meglio quando la mamy mi ci ha portata, ero una micina silenziosissima.

Mai un fiato, nemmeno quando avevo fame e l’umana tirava fuori le pappe. Non ho mai pianto, nemmeno il primo giorno dopo che mi ha portata via dalla mamma gatta e dai miei fratellini.

Ho piangiucchiato un pochino in macchina, ma poi mi sono calmata.

Il primo mese siamo rimaste nella casa grande dei nonni, perciò l’umana, che era preocccupatissima che mi nascondessi sotto alle macchine in garage, e visto che quando mi chiamava non le rispondevo mai, mi ha messo il collarino con il campanellino.

Ancora adesso me lo deve mettere, quando andiamo dai nonni, perché non ho perso il vizio di aggirarmi furtiva e silenziosa, e non rispondere quando mi chiamano. A malapena accorro, quando mi stufo di stare in giro, quando l’umana agita la scatoletta dei dolcetti… !

Non sono mai stata una nemmeno da grosse fusa rumorose: le mie fusa sono bassissime, quasi impercettibili, più un ronzio che altro (ma ci sono eh!)

Con il tempo, però, le cose sono cambiate, e io ho imparato a conversare con la mamy, con un linguaggio tutto nostro  fatto di miagolii, rumorini di gola e fusa strozzate. Tanto che a volte, quella ingrata, mi diceche sono “una lagna”.

Abbiamo un miagolio per tutto, sapete?

Processed with Moldiv

Bigia allo specchio..

C’è il PRR! Imperioso, di quando voglio attirare la sua attenzione o svegliarla alla mattina (quella pigrona, dovrebbe ringraziarmi: da che ci sono io non ha mai più puntato la sveglia! Con gran beneficio per il suo umore mattutino.. )

C’è il MAUUUUU!!! Disperato di quando il PRR! Non funziona e quella non si sveglia, ma io ho bisogno, BISOGNO che lei scenda ad aprirmi l’acqua del bidet, o a darmi da mangiare. Insomma!

C’è poi il PRR? Inquisitorio, che uso per assicurarmi che lei mi stia prestando la dovuta attenzione. Il PRR con cui la tiro scema, ripetendolo di continuo ad un ritmo di circa 3 al minuto… incessante e martellante come un mal di testa (per quello dice che sono una lagna… è il mio PRR annoiato).

Lo GNAU di quando deve darmi i dolcetti, appena finito di lavare i piatti del pranzo o della cena (dico, umana, mica vorrai mangiare tu da sola, eh?!)

Il MEO con cui le corro incontro quando torna a casa, soprattutto quando ci torna con qualche bella borsa dal contenuto interessante.

Ci sono i cinguettii con cui cerco di parlare con i piccioni fuori dalla nostra finestra, e con cui le comunico il mio disappunto quando quelli proprio non mi rispondono (maledetti!) e il RON RON  a bollicine, tipo fumatore incallito, di quando ci facciamo le coccole alle 4 di notte. Lì, alle 4 di notte con le coccole, c’è anche qualche miagolio sussurrato, ma solo in occasioni speciali.

C’è il PRR! Sono qui, di quando mi fa una coccola improvvisa, e c’è quello lamentoso di quando non riesce a capire, ottusa umana, cosa voglio.

E poi c’è anche il MEU! Imperativo, di quando chiamo l’ascensore umano per farmi salire sui ripiani più alti dei mobili… a questa chiamata l’umana si scoccia, ma glielo spiegate voi che è suo DOVERE prestarsi a farmi da ascensore umano ogniqualvolta io lo desidero?

È proprio una umana pigra, la mia…

Comunque, ora che l’ho addestrata bene, ci capiamo alla grande, io e l’umana, e sono molto soddisfatta.

Certe volte lei mi canta, persino, e io qualche volta le rispondo. Non ci credete? Perché, voi non parlate  mai con i vostri mici, e loro non vi rispondono??

Noi siamo più o meno così…

Un salutino… dalla vostra bigia

Ciao a-mici mici (e non), come state?

In questi giorni mi è saltata una pulce all’orecchio (no, non una di quelle vere per fortuna altrimenti avrei fatto impazzire la mamy a correrle dietro – alla pulce- per tutta casa!!) ma una di quelle metaforiche: è da una VITA che non vi scrivo, sono veramente inqualificabile!

Il trantran di tutti i giorni mi assorbe, capite, mi perdo via… fra un pisolino e l’altro..

Non è che non mi ricordo di voi, o non mi mancate, ma non trovo mai veramente 5 minuti per rubare il pc alla mamy e passare a salutarvi!

O c’è la ciotola dei croccantini che mi chiama per quello sporadico pasto (con questo caldo, non ho fatto altro che dormine e la mamy mi sta già stressando perchè sono magra e si vedono le costole e non degno le pappe di una seconda occhiata! che pizza……. hm, forse se la mamy la capisse e mi mettesse davvero la PIZZA nella ciotola gradirei di più! non è che potete intercedere per me?)

O c’è un temporale estivo alla finesta che mi costringe a…ehm… lunghe ed accurate ispezioni del ripiano inferiore del mobiletto del bagno

Oppure facciamo una gita fuoriporta e andiamo in campagna dai nonni…

Oppure ci sono quei maledetti piccioni da puntare, e cercare di acchiappare, fuori dalla mia finestra…

insomma, è proprio gravata di appuntamenti la mia vita da micetta di casa, sapete?

Ma ora eccomi qui, passata per un salutino, e dirvi che mi mancate… e mandarvi tanti baci e sleccatine!

Ciao, a- mici fate i bravi come me eh! 😀

gattabigia-gatti-alla-finestra

Happy birthday to me!! (3)

Ciao a-mici come state??

Lo so che è tantissimo che non mi faccio sentire, ma sono stati giorni frenetici e presi per me e la mamy… oggi sono passata a farvi un saluto veloce e dirvi che… abbiamo deciso che oggi è il mio compleanno!

Lo abbiamo deciso io e la mamy perchè non sappiamo esattamente che giorno, 3 anni fa, di questo mese sono nata… e allora tanto valeva scegliere proprio il giorno di mezzo, le idi di maggio, per festeggiarmi!

E quindi… tanti auguri a MEow…!!

birthday bigia

Micissitudini meet other cats!

A-mici ci sono anche io mi vedete??! 😁😁😁😁

micissitudini

Micissitudini_86_LOW

Questo disegno è un tributo che vogliamo fare ad alcune pagine FB di a-mici che ci seguono fedelmente e che ci tengono compagnia… noi li vediamo così!

Non li avete riconosciuti?? Dall’alto a sinistra, in senso orario: Astro, il nostro Mirtillo, Sissi e Ricky, Chobin, Cloe e Bridget, Zazà e Camillo, Tarek e Kendall, Muffin, la nostra Indi.

View original post

Combattendo il granuloma eosinofilico….

Ciao a-mici, come state?

In questi giorni dovete scusarmi ma non sono stata molto prresente sul blog…. Ci mi segue sulla pagina Facebook sa già perché, ma volevo aggiornare gli altri, quelli che si stanno “preoccupando” del mio silenzio e quelli che si chiedono dove è finita la bigia.

Sto bene, sto bene, nonostante un po’  di maretta…

gattabigia-scatola

Non so se ve l’ho raccontato mai ma all’ultimo controllo annuale dal vet mi hanno fatto un esamino per capire che cosa sono quelle crosticine che mi vengono ogni tanto sulla pelle (della pancia, principalmente, e sotto le ascelle) e che la mamma scambiava per secrezioni di sebo/acquetta. In realtà la vet ha sentenziato “granuloma eosinofilico”, che per chi non lo sapesse è una specie di allergia – tipo un’acne ma un po’ più gravve e fastidiosa – che, per cause molto difficili da individuare e isolare, provoca uno stress al mio sistema immunitario che “si difende” buttando fuori quelle specie di secrezioni, che poi diventano gnocchetti/crosticine, che poi io mi lecco, si staccano, fanno la cicatrice e bon. Poi ricresce il pelo.

Ma intanto fanno prurito, nei casi più gravi delle piccole piaghe, anche sanguinanti se io me le tormento (ma non lo faccio, il più delle volte sono brava e in un paio di giorni mi guariscono)

La settimana scorsa la mamma, visto il mio odio e le reazioni esagerate (a detta sua) quando mi mette le goccine antipulci (con le ultime della Advantage ho fatto la schiuma alla bocca per una mezz’ora buona…con le Beaphar, le ultime provate, ho vomitato schiuma bianca stile esorcista… roba da film dell’orrore, e scusatemi il dettaglio crudo) ha deciso di cambiarmi le gocce e mettermi quelle naturali, a base di oli essenziali invece che chimiche (le Beaphar appunto).

Sarà stato quello, lo stress, il cambio di stagione, la polvere, o una reazione a quello che mangio (che però è sempre lo stesso!) fattostà che sono stata male due giorni e poi mi sono riempita di bolle a grappolo proprio dietro al collo, dove mi ha messo le gocce. Se prima mi veniva una crosticina piccola ogni tanto, questa settimana ne ho avute prima 3 grosse, poi altre 2 o 3 più piccoline, che io mi sono leccata fino a che non si sono piagate e non vi dico… un disastro.

La mamma non sapeva più cosa fare.

Prima di tutto ha deciso che non mi metterà mai più le goccine (speriamo!!) tanto sto in casa e non vado mai fuori.

E poi in questi giorni ho dovuto girare “col pigiamino”, ovvero con una maglietta tagliata e cucita da lei da una sua vecchia maglietta, che mi impedisse di leccarmi le feritine

gattabigia-gatta-col-pigiamino

(e si, lo so, sono una micia fescion…)

gattabigia-gatta-col-pigiamino gattabigia-gatta-col-pigiamino gattabigia-gatta-col-pigiamino gattabigia-gatta-col-pigiamino

E intanto ho anche cambiato dieta.

Indecisa sull’origine alimentare del disturbo, la mamy ha deciso di ridurre la quantità di carni di pollo che mangio (dicono che di solito sono una delle cause principali più allergizzanti – ma come ci continua a ripetere la vet, è molto difficile riuscire a distinguere la causa vera e ultima di questa “condizione”.. a meno di non eliminare del tutto il pollo e vedere che il granuloma non mi esce più PER SEMPRE) e migliorare la qualità.

Devo dire che questa cosa non mi dispiace: mangio dei nuovi croccantini buoni buoni che sanno di pesce, e il pesciolino in trancettini che manco se fosse stato pescato da suore cieche del Belize costerebbe così tanto (Dice mamy.. ma che vuoi, dare un prezzo alla mia salute??)

Siccome, voi lo sapete, sono sempre stata un po’ difficile di gusti (mangio quasi esclusivamente pollo, a volte ma solo a volte quando mi gira anatrae tacchino, salmone, tonno, ma nessun “Misto” di pesce che contenga gamberetti, bianchetti, carni varie, carni rosse, coniglio, manzo, maiale… niet! Quello schifo se lo mangi lei!) e anche se sui croccantini sono meno esigente ho le mie necessità (mangiare costantemente l’hairball, perrchè ho problemi di boli di pelo, e mangiare sterilized, perché sono sterilizzata…), e le pappe speciali che fanno sono solo speciali… non sono ANCHE hairball o sterilized

Ma per il momento, visto che non sono una gran mangiona, la mamy ha deciso di soprassedere.

Dopo aver escluso perentoriamente il cortisone, e valutato le cure omeopatiche, la mamy ha deciso di provare con il ribes nigrum (estratto di ribes nero, che ha funzioni simili al cortisone ma è naturale e non così “invasivo”) ma a me fa schifo e se ci prova a mettermelo nella pappa non lo mangio. Ne ho lappato  un pochino ma se ci riprova… ho sentito che parlava con la nonna di “siringa senza ago” e “glielo caccio giù a forza”, e spero che non si arrivi a tanto.. nel caso, ci sarà una umana in meno su questa terra, ve lo garantisco!

No… non è vero, sono una micina esemplare. In questi giorni mi sono aggirata mogia mogia per casa, con su il mio pigiamino rosa (anche se il viola mi dona di più) e mi sono lasciata fare di tutto… pulire le feritine, mettere la pomata, persino cacciar giù qualche goccina.

gattabigia-gatta-col-pigiamino

gattabigia-gatta-col-pigiamino

Dopo 5 giorni, oggi finalmente mi sono un po’ ripresa. Anche se la zona coperta di cicatrici ora è pulita e la pelle si è già richiusa e ha un bell’aspetto, il pelo ci metterà un po’ a ricrescere. La mamy mi ha tolto il pigiamino (finalmente!) e mi lascia girare senza, e io ho ripreso a mangiare un po’ di più e, soprattutto, cosa che la riempie di gioia anche se ho combinato un sacco di disastri, a giocare con la stessa allegria di prima.

gattabigia-gatta-che-gioca

Il percorso per la guarigione definitiva sarà ancora lungo, lo sappiamo, ma intanto noi non ci abbacchiamo: riusciremo a trovare il nostro equilibrio!

Intanto vi mando tante fusa… vado a fare uno spuntino e poi un sonnellino, ciao a-mici!

zampino-di-gattabigia

Modagatta fall-winter 2015 edition….

Cari amici vicini e lontani, eccomi qui, in questo freddo freddo lunedì di gennaio, a raccontarmi le ultime “vessazioni” a cui mi sottopone la mia umana… mi espone continuamente al ridicolo, lo sapete?! (certo che lo sapete, alcuni di voi almeno, quelli che ci seguono anche su Facebook e Instagram ad esempio)

fashion-ca-handmade-sweater

Complice la nonna, che non esita a sottostare a qualsiasi richiesta di produrre qualche indumento ridicolo da parte della mia mamma, e che quindi nell’ordine mi ha confezionato un (ridicolo, l’ho già detto?) maglioncino tutto fru fru… e persino una sciarpina!

fashion-ca-handmade-sweater

fashion-ca-handmade-sweater

fashion-ca-handmade-scarf

fashion-ca-handmade-scarf

fashion-ca-handmade-scarf

 

fashion-ca-handmade-scarf

fashion-ca-handmade-scarf

Ora, magari la sciarpina non è così ridicola (anzi devo dire che nelle fredde mattine in cui mi affaccio per mezzore intere alla finestra spalancata ha forse anche il suo perchè… è di lana morbida e tiene bello caldo!), ma il maglioncino… per l’amor del cielo noi mici abbiamo la pelliccetta e la mia  è pure bella lunga!!

E cosa pensate, cche adesso non si sia messa in testa anche di farmi le babbuccine coordinate??

cat-paws-gattabigia

Aiuuuuuuuuutoooooooo salvatemi da queste pazze!! (che poi mi fanno le foto e le mettono pure online, sgrunt!)