Non sono nata sotto il segno dei Pesci

Come dicevo, mi hanno sistemata in una grande stanza piena di cose di legno, con un bel camino, i tappeti su cui farmi le unghie, un divano, la mia cassettina, le mie ciotole, la mia cuccia (che però non mi piace perché ha uno strano odore, non così buono come quello delle imbottiture delle sedie, o come quello del divano). Ci sono anche un sacco di soprammobili da far cadere (una volta scoperto come fare per arrampicarmi fin lassù), e un acquario.

L’acquario, maledizione, mi distrae dai miei intenti malvagi e dalla pianificazione della Grande Fuga. Perdo le ore a stare a guardare quei maledetti pesci come si muovono. E loro se la ridono dall’altra parte del vetro, i maledetti!

Un giorno ho provato a saltar loro addosso, approfittando del fatto che il papà della mia nuova padrona (che continua ad insistere che la chiami mamma ma.. giammai lo farò!) aveva aperto il coperchio per dar loro da mangiare. Ma davvero, c’è troppa acqua in quella maledetta vasca. E quegli infami, come se la ridevano!

Così, oltre ad escogitare un brillante piano di Fuga, senza perdere occasione alcuna per sgattaiolare fuori dalla porta ogni volta che qualcuno apre, metà della mia giornata la passo anche a pianificare la Tremenda Vendetta contro i Pesci.

Ah si, la vendetta sarà miaaaaaaaaaa

Promemoria: googlare “100 mosse del perfetto NinjaCat per uccidere un pesce”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...