Come fare le coccole al vostro gatto

Noi gatti siamo abitudinari.

Oserei quasi dire che ci passiamo le abitudini di generazione in generazione, pur di non perderle, avete notato?

E tuttavia,chiunque abbia avuto in casa più di un gatto sa anche l’altra grande verità: ognuno di noi è preziosamente diverso dall’altro, irreplicabile, inimitabile.

Pallino ha sempre amato stare in braccio e farsi fare le coccole, Birba ti graffiava se anche solo osavi pensare nella sua direzione. Ronfo dormiva 22 ore al giorno e le altre 2 le impiegava per mangiare, e trascinarsi dal divano alla cuccia e indietro, Attila dormiva durante il giorno – ma sempre con un occhio aperto – ma la notte no (come dice la canzone), e cossì via.

Ognuno di noi un universo meravigliosamente a sé.

E la questione coccole non fa differenza.

Io ad esempio le sopporto mio malgrado, quando l’umana decide di farmele (ma devo dire che conoscendomi lei si trattiene) e mi piacciono “a modo mio”, ovvero quando lo dico io e per il tempo che dico io, dopodiché sguscio via stizzita, a volte piantando anche un bel morso o graffione. Si, a volte le do anche i bacetti… e la vera rarità è quando mi faccio cogliere alla sprovvista e senza nemmeno accorgermene mi rivolto pancia  all’aria facendo persino le paste con le zampe.

Dura una frazione di secondo, però, poi riprendo subito il mio contegno. All’umana dispiace, ma io sono fatta così.

non-ama-coccole

E tuttavia, sapete che le coccole che ci potete fare sono varie, tanto che mi sento oggi di darvi il mio personale dizionario delle coccole feline (umani avvisati..gatti affezionati).

bambino-coccola-gatto

Ecco dunque i 10 modi per fare le coccole al vostro gatto (e se gliele fate bene, potrebbe anche decidere di non mordervi!):

1.Il gratta-mento: la prima e fondamentale mossa quando non si conosce bene un gatto o ci si deve conquistare la sua fiducia.. come con i cani, gli si fanno annusare le vostre mani. Se passate il controllo, probabilmente vi lasceremo grattare brevemente la zona sotto il muso, ma senza sperticarci in lodi per il vostro operato, dimostrare di gradirlo o lasciarvelo fare a lungo..le prime volte.

In un secondo momento può darsi che solleviamo il muso succhiudendo beatamente gli occhi e vi lasciamo procedere al

2. Gratta –gorgiera: si, lo so che sembra che abbia poca fantasia perché tutte queste mosse iniziano con “gratta”, ma noi gatti passiamo la maggior parte del nostro tempo a strusciarci da soli dappertutto (su di voi, sui mobili, sulle pareti, sui nostri giochi..) che poi è normale che vogliamo da voi un po’  più di azione (tanto più che siete dotati di dita ma le vostre unghie non sono intelligenti e affilate come le nostre).

gratta-gorgiera-gatto

Il gratta-gorgiera si pratica andando a massaggiare con i polpastrelli la zona del “petto” del vostro micio. Se è un coccolone di natura gli piacerà. E’ una zona relativamente neutra per il gatto (non implica questioni di fiducia come pancia, gola, zampe) né scatena subito reazioni dovute all’elettricità statica che tanto ci stizziscono (lo sapete, no, che è il motivo per cui tolleriamo le coccole per poco tempo.. perché l’attrito con il pelo, la pelle, le vostre unghie, alla fine ci fa “frizzo lare” e ci innervosisce!)

coccolare-gatto

3. La strusciatina laterale: è un correlato del gratta-musino… ad alcuni di noi piace particolarmente che ci lisciate i lati del muso, vibrisse comprese, ma nel senso giusto! Se siete particolarmente bravi, vi faremo persino continuare ad accarezzarci sui fianchi e via via verso la coda.

coccole-gatto

why-does-a-cat-purr

4. Il frontino: dicasi a sia del colpetto di fronte alla mano che prelude al rollercoaster (unica coccola che permettiamo anche agli estranei) sia del grattino, lievissimo, quasi un sussurro, che si usa fare all’attaccatura del nostro nasino e sulla fronte. Per piacerci deve essere una carezza lievissima, un soffio, e non è che ce lo facciamo fare da tutti, sia chiaro…

grattino-fronte-gatto

Si dice infatti che se un gatto socchiude gli occhi e si fa toccare il naso, si fida completamente di voi.

Per forza è così, perché il naso è il punto più sensibile e delicato di noi mici, sapete?

5.Il rollercoaster: è l’altra modalità “di base” di interagire con il vostro gatto. Basterà che gli tendiate una mano con il palmo rivolto all’ingiù che sarà lui stesso a protendersi con la testa e inarcando la schiena in modo da mostrare (a voi inetti umani) il modo in cui accarezzarlo. Dalla testa alla coda in un’onda rocambolesca e poi dinuovo su e ripartire, ad libitum.

Fino a che micio non si scoccia o decide di passare ad altro.

accarezzare-il-vostro-gatto

6.Il grattino alla coda: il rollercoaster può terminare in due modi, o chiudendo a pugno la mano e accarezzando tutta la coda (senza tirare, bambini dispettosi!) oppure con un sano grattino alla base superiore della coda che ci fa letteralmente impazzire.

Noi gatti lo  amiamo, e solitamente questo grattino ci introduce nella zona “coccole pesanti”, facendoci gettare su un fianco con una dichiarazione di “fammi tutto quello che vuoi, umano!” oppure sollevare poco dignitosamente il didietro, oppure ancora accucciare per offrirvi il lato migliore di noi (ovviamente sempre il B) e farvi continuare.

7. Il grattino alle orecchie: lo so che ce lo avete presente. È quello che ci fa assumere quella stupida espressione da “sono in paradiso” con gli occhi socchiusi e le fusa a tutto volume.. ma non ci piace eh, proprio no… (oddio dai un pochino si, dai.. ma solo un pochino!)

grattino-alle-orecchie

8. Il massaggio alle zampine: ve lo lasciamo fare solo se ci fidiamo particolarmente di voi. Il massaggio alle zampine non piace a tutti noi gatti, ed è una cosa parecchio personale.

Ci resta da capire perché invece voi umani andate in visibilio per i nostri gommini.. sarà che non ne avete di vostri?

Voglio dire, è molto più interessante il nostro lato B, e tuttavia ogni volta che ve lo sbattiamo in faccia per farvi un complimento voi sembra che siate disgustati.. mah. Non riusciremo mai a capirvi.

gommini-gatto

9. Il gratta-pancia: anche questa mossa è questione di fiducia, molta fiducia. La pancia di noi gatti (oltre a essere sempre piena) è territorio sensibile, vulnerabile, frizzolosissssssimo. Da accarezzare con parsimonia, insomma, e solo fino a quando ce la sentiamo noi.

cucciolo-di-gatto

Io per esempio non ho mai lasciato che la mia umana mi spazzolasse la pancia, proprio non lo sopporto. Qualche volta, se mi prende mezza addormentata, la lascio fare qualche grattino,

ebbene si, questa sono io.

ebbene si, questa sono io.

 

ma poi stop, basta, off-limits!

morso_gatto

Ci sono gatti senza dignità invece che si girano e rigirano a pancia in su come se non avessero il senso della privacy.

Valli a capire.

Come-fare-massaggio-rilassante-al-gatto

10. Il gratta-ascella: eh il gratta-ascella. Non sono una fan nemmeno di questo (mentre invece la micia che mi ha preceduta mi si racconta che fosse campionessa mondiale di grattini alle ascelle: si metteva a zampe all’aria e via che si stirava lunga lunga con la zampa quando gli umani le facevano i grattini sotto l’ascella…dicono che fosse uno spettacolo da vedere.. mah.)

coccolegatti

E voi che apporto avete con le coccole e i vostri umani? Vi lasciate spupazzare o ogni volta finisce in un bagno..di unghie e sangue??

ps. comunque, se volete che il vostro gatto vi ami incondizionatamente, va bene le coccole, va bene giocarci assieme, ma… la pappa pronta e abbondante è fondamentale!!!

Annunci

  1. sono tutta una giuggiola dopo aver letto questo post… mamma mia…sono gommino dipendente… che rapporto hanno con le mie coccole?
    Ognuno ha il suo… e li amo tutti per quanto siano differenti…non resisto… però una cosa so,..che siamo sempre attaccati!

  2. Le mie tre gatte sono straviziate e ognuna ha le due perversioni che noi umani di casa ci affrettiamo ad assecondare. E ci mancherebbe! In fondo esiste qualcosa di più gratificante di un gatto soddisfatto che fa le fusa mentre lo coccoli?

    • nulla di più gratificante, è vero, e sono sempre più convinta anche di tutte le teorie e studi clinici che dimostrano che quel suono ha poteri curativi, distensivi, rilassanti e.. di donarci la felicità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...