La gatta con il collo.. Di maglia

Cari amici, è tanto che non ci sentiamo, ma io e la mamy siamo state occupate.. ci perdonate, vero?

Intanto la stagione fredda è arrivata, e io e la mamy ci siamo organizzate: ci manca altro che, oltre a tutto il resto, prendo anche il mal di gola quando voglio a tutti i costi affacciarmi alla finestra la mattina (così dice la mamy, io ho il dubbio che i gatti non prendano il mal di gola, ma tant’è…)

Processed with VSCOcam with f2 preset

Processed with VSCOcam with f2 preset

Il collo di maglia ha anche un’altra funzione, oltre ad essere fescionissimo (come potete vedere nelle foto qui sotto):infatti, mi è tornato uno sfogo grossissimo di allergia da granuloma eosinofilico.

Vi ricordate che ve ne avevo parlato? Quella brutta allergia a non si sa bene cosa, che ogni tanto mi prende e mi fa venire dei brutti sfoghi che diventano croste e che mi portano via tutto il pelo della mia bella pelliccetta argentata… ecco, me ne è tornata una brutta brutta, di crisi.

Lo scorso mese la mamy mi ha portata dalla vet, che ci ha sgridate perchè, dall’ultima crisi che ho avuto, mamy non mi aveva più messo l’antipulci (sospettato di essere la causa degli sfoghi cutanei). La vet ci ha sgridate perchè dice che anche se sto in casa le pulci possono mordermi lo stesso, e quindi ha consigliato a mamy di trovare un’altra soluzione.

Mamy, sentendosi in colpa, ha provato a igienizzare le mie cucce con un prodotto nuovo, a base naturale (olio di neem, lavanda, etc.) che si può passare anche sul mio pelo (mamy se lo è spruzzato su un panno, per non mettermelo a diretto contatto sulla pelle… ma non è bastato). Lo sfogo allergico mi è tornato, fortissimo.

I prodotti a base naturale sono quelli che mi fanno stare peggio, che paradosso.

Adesso ho il collo pieno di “buchi” senza pelliccetta, alcune croste ancora in formazione, altre guarite. Mamy è tristissima e si sente in colpa, anche se io le ho detto che non è mica colpa sua. Allora ogni tanto mamy mi mette la pomata per aiutarmi a cicatrizzare, e poi un bel collo di maglia (che a me non piace ma me lo devo tenere lo stesso – almeno non è quel cavolo di maglioncino che mi fa camminare come una scema in giro per casa!) per proteggermi e impedirmi di grattarmi mentre la pomata si assorbe.

Non ci resta che aspettare che anche questa brutta crisi passi, e poi smettere per sempre con i prodotti antiparassitari…

Intanto, io sono diventata “la gatta con il collo di maglia”.


  

Combattendo il granuloma eosinofilico….

Ciao a-mici, come state?

In questi giorni dovete scusarmi ma non sono stata molto prresente sul blog…. Ci mi segue sulla pagina Facebook sa già perché, ma volevo aggiornare gli altri, quelli che si stanno “preoccupando” del mio silenzio e quelli che si chiedono dove è finita la bigia.

Sto bene, sto bene, nonostante un po’  di maretta…

gattabigia-scatola

Non so se ve l’ho raccontato mai ma all’ultimo controllo annuale dal vet mi hanno fatto un esamino per capire che cosa sono quelle crosticine che mi vengono ogni tanto sulla pelle (della pancia, principalmente, e sotto le ascelle) e che la mamma scambiava per secrezioni di sebo/acquetta. In realtà la vet ha sentenziato “granuloma eosinofilico”, che per chi non lo sapesse è una specie di allergia – tipo un’acne ma un po’ più gravve e fastidiosa – che, per cause molto difficili da individuare e isolare, provoca uno stress al mio sistema immunitario che “si difende” buttando fuori quelle specie di secrezioni, che poi diventano gnocchetti/crosticine, che poi io mi lecco, si staccano, fanno la cicatrice e bon. Poi ricresce il pelo.

Ma intanto fanno prurito, nei casi più gravi delle piccole piaghe, anche sanguinanti se io me le tormento (ma non lo faccio, il più delle volte sono brava e in un paio di giorni mi guariscono)

La settimana scorsa la mamma, visto il mio odio e le reazioni esagerate (a detta sua) quando mi mette le goccine antipulci (con le ultime della Advantage ho fatto la schiuma alla bocca per una mezz’ora buona…con le Beaphar, le ultime provate, ho vomitato schiuma bianca stile esorcista… roba da film dell’orrore, e scusatemi il dettaglio crudo) ha deciso di cambiarmi le gocce e mettermi quelle naturali, a base di oli essenziali invece che chimiche (le Beaphar appunto).

Sarà stato quello, lo stress, il cambio di stagione, la polvere, o una reazione a quello che mangio (che però è sempre lo stesso!) fattostà che sono stata male due giorni e poi mi sono riempita di bolle a grappolo proprio dietro al collo, dove mi ha messo le gocce. Se prima mi veniva una crosticina piccola ogni tanto, questa settimana ne ho avute prima 3 grosse, poi altre 2 o 3 più piccoline, che io mi sono leccata fino a che non si sono piagate e non vi dico… un disastro.

La mamma non sapeva più cosa fare.

Prima di tutto ha deciso che non mi metterà mai più le goccine (speriamo!!) tanto sto in casa e non vado mai fuori.

E poi in questi giorni ho dovuto girare “col pigiamino”, ovvero con una maglietta tagliata e cucita da lei da una sua vecchia maglietta, che mi impedisse di leccarmi le feritine

gattabigia-gatta-col-pigiamino

(e si, lo so, sono una micia fescion…)

gattabigia-gatta-col-pigiamino gattabigia-gatta-col-pigiamino gattabigia-gatta-col-pigiamino gattabigia-gatta-col-pigiamino

E intanto ho anche cambiato dieta.

Indecisa sull’origine alimentare del disturbo, la mamy ha deciso di ridurre la quantità di carni di pollo che mangio (dicono che di solito sono una delle cause principali più allergizzanti – ma come ci continua a ripetere la vet, è molto difficile riuscire a distinguere la causa vera e ultima di questa “condizione”.. a meno di non eliminare del tutto il pollo e vedere che il granuloma non mi esce più PER SEMPRE) e migliorare la qualità.

Devo dire che questa cosa non mi dispiace: mangio dei nuovi croccantini buoni buoni che sanno di pesce, e il pesciolino in trancettini che manco se fosse stato pescato da suore cieche del Belize costerebbe così tanto (Dice mamy.. ma che vuoi, dare un prezzo alla mia salute??)

Siccome, voi lo sapete, sono sempre stata un po’ difficile di gusti (mangio quasi esclusivamente pollo, a volte ma solo a volte quando mi gira anatrae tacchino, salmone, tonno, ma nessun “Misto” di pesce che contenga gamberetti, bianchetti, carni varie, carni rosse, coniglio, manzo, maiale… niet! Quello schifo se lo mangi lei!) e anche se sui croccantini sono meno esigente ho le mie necessità (mangiare costantemente l’hairball, perrchè ho problemi di boli di pelo, e mangiare sterilized, perché sono sterilizzata…), e le pappe speciali che fanno sono solo speciali… non sono ANCHE hairball o sterilized

Ma per il momento, visto che non sono una gran mangiona, la mamy ha deciso di soprassedere.

Dopo aver escluso perentoriamente il cortisone, e valutato le cure omeopatiche, la mamy ha deciso di provare con il ribes nigrum (estratto di ribes nero, che ha funzioni simili al cortisone ma è naturale e non così “invasivo”) ma a me fa schifo e se ci prova a mettermelo nella pappa non lo mangio. Ne ho lappato  un pochino ma se ci riprova… ho sentito che parlava con la nonna di “siringa senza ago” e “glielo caccio giù a forza”, e spero che non si arrivi a tanto.. nel caso, ci sarà una umana in meno su questa terra, ve lo garantisco!

No… non è vero, sono una micina esemplare. In questi giorni mi sono aggirata mogia mogia per casa, con su il mio pigiamino rosa (anche se il viola mi dona di più) e mi sono lasciata fare di tutto… pulire le feritine, mettere la pomata, persino cacciar giù qualche goccina.

gattabigia-gatta-col-pigiamino

gattabigia-gatta-col-pigiamino

Dopo 5 giorni, oggi finalmente mi sono un po’ ripresa. Anche se la zona coperta di cicatrici ora è pulita e la pelle si è già richiusa e ha un bell’aspetto, il pelo ci metterà un po’ a ricrescere. La mamy mi ha tolto il pigiamino (finalmente!) e mi lascia girare senza, e io ho ripreso a mangiare un po’ di più e, soprattutto, cosa che la riempie di gioia anche se ho combinato un sacco di disastri, a giocare con la stessa allegria di prima.

gattabigia-gatta-che-gioca

Il percorso per la guarigione definitiva sarà ancora lungo, lo sappiamo, ma intanto noi non ci abbacchiamo: riusciremo a trovare il nostro equilibrio!

Intanto vi mando tante fusa… vado a fare uno spuntino e poi un sonnellino, ciao a-mici!

zampino-di-gattabigia

Modagatta fall-winter 2015 edition….

Cari amici vicini e lontani, eccomi qui, in questo freddo freddo lunedì di gennaio, a raccontarmi le ultime “vessazioni” a cui mi sottopone la mia umana… mi espone continuamente al ridicolo, lo sapete?! (certo che lo sapete, alcuni di voi almeno, quelli che ci seguono anche su Facebook e Instagram ad esempio)

fashion-ca-handmade-sweater

Complice la nonna, che non esita a sottostare a qualsiasi richiesta di produrre qualche indumento ridicolo da parte della mia mamma, e che quindi nell’ordine mi ha confezionato un (ridicolo, l’ho già detto?) maglioncino tutto fru fru… e persino una sciarpina!

fashion-ca-handmade-sweater

fashion-ca-handmade-sweater

fashion-ca-handmade-scarf

fashion-ca-handmade-scarf

fashion-ca-handmade-scarf

 

fashion-ca-handmade-scarf

fashion-ca-handmade-scarf

Ora, magari la sciarpina non è così ridicola (anzi devo dire che nelle fredde mattine in cui mi affaccio per mezzore intere alla finestra spalancata ha forse anche il suo perchè… è di lana morbida e tiene bello caldo!), ma il maglioncino… per l’amor del cielo noi mici abbiamo la pelliccetta e la mia  è pure bella lunga!!

E cosa pensate, cche adesso non si sia messa in testa anche di farmi le babbuccine coordinate??

cat-paws-gattabigia

Aiuuuuuuuuutoooooooo salvatemi da queste pazze!! (che poi mi fanno le foto e le mettono pure online, sgrunt!)

Aiuto per una micina di 4 mesi che cerca casa (Rozzano, Milano, MB)

Oggi io e la mamy, mano sul <3, siamo a chiedere il vostro aiuto così come è stato richiesto a noi. Ci è arrivato un appello per una dolce micina tricolore, Stellina, che cerca nuova sistemazione.. prima che sia troppo tardi.

Prima che arrivi l’inverno, e lei che è spesso fuori casa, in giardino, debba patire il freddo. Prima che diventi troppo grande, vada in calore e, non sterilizzata, cominci a sfornare cucciolate che non si saprà che fine faranno, prima che diventi troppo triste.

Vi chiediamo dunque di aiutarci, con un pensiero, una condivisioni, o di contattare Ottavia (ottavia.boscolo@gmail.com) se per caso siete in zona e conoscete qualcuno che voglia adottare questa splendida Stellina.

O magari, siete proprio voi… beh, sarebbe fantastico. Avreste la nostra stima per sempre.

Grazie per quello che potrete fare.. l’appello è questo!

sono Stellina

ROZZANO/MONZA/MILANO/LOMBARDIA: URGENTE!
Aiutateci a far girare l’appello e trovare una casa a Stellina perfavore!

Stiamo cercando uno stallo temporaneo o un’adozione per Stellina.
Gattina tricolore di circa 4 mesi, con prima vaccinazione già effettuata. Chi la ospita attualmente non può e non vuole più tenerla, ed è costretta a vivere da sola sempre all’aperto.
La gattina è tenera e affettuosissima.
Aiutatemi a condividere perché abbiamo il tempo contato. La gattina ora si trova a Rozzano (MI), si cercano adozioni preferibilmente tra Milano e la Brianza.
Grazie anche da parte di Stellina.
Per info, adozione, stallo, aiuti: ottavia.boscolo@gmail.com

Muffin combinaguai ..è tornata, più dispettosa che mai!

Lo so, lo so, è da tanto tanto che non mi faccio sentire!

gattabigia-agosto14-1

Con la scusa che io e l’umana siamo state “in villeggiatura” dai nonni, mi sono persa via in lunghe ronfate e pomeriggi a guardar fuori dalla finestra, e ops. non è che mi sono dimenticata di voi, ma del computer si!

Non ho avuto tempo di raccontarvi le mie ultime novità, o di come la mamy abbia provato a portarmi fuori in giardino con il guinzaglietto, ad esempio.. e di come mi sia piaciuto, fino a che le sedie da giardino mannare mi hanno spaventata così a morte che quasi scappo di casa e mi perdo per sempre…

gattabigia-agosto14-2

E così, essendosi spaventata anche l’umana a morte, le mie capatine guinzagliata in giardino si sono ridotte (complice anche il cattivo tempo, in combutta con quelle orride sedie da giardino mannare)

Ma ora che siamo tornate a casa, e il fantasma delle sedie da giardino è solo un brutto ricordo, ho più tempo per riprendere il filo del discorso con voi, perciò eccomi qui!

gattabigia-agosto14-3

Sempre bellissima e sempre super indaffarata a combinare guai a questa umana (mica che si abitui troppo bene eh!).

L’ultimaa? La sto facendo disperare perchè, memore delle tenere erbette doverosamente usmate durante le mie uscite, mi sono messa in testa che devo mangiare tutte le foglie delle pianticelle che l’umana tiene in casa! Non c’è verso, sono così buone!

Per me hanno la stessa attrattiva che ha il frigo per l’umana, tanto che mi ci ha trovato li a smangiucchiarle all’una di notte, l’altro ieri. Ma proprio non ce la faccio a resistere.. io devo rosicchiarle!

Anche se le ho sempre ignorate, adesso DEVO mangiarle. Devo, è più forte di me.

Anche se lei dice che poi mi fanno star male.

Ha consultato tutti i siti possibili e immaginabili per assicurarsi che lo Spatifillum non sia tossico gattabigia-agosto14-4per me (e non lo è, vedete qui), e tuttavia si è quasi arresa all’idea: le pianticelle fresche spariranno da casa miehehehehe. Per il momento fanno la spola fra il balconcino chiuso (fuori, la notte) e il pensile alto (dove non ci arrivo, ma mi sto ingegnando)

L’umana dal canto suo sta ancora valutando l’idea di mettere su una coltivazione alternativa di erba gatta. Salvo poi che a me non ha mai fatto impazzire neanche quando ce l’avevo, qualche tempo fa.. ma non ve l’ho detto? io VIVO per complicarle la vita, miehehehehehe

 

Lagattabigia

Lagattabigia va in vacanza…

Ciao ciao a tutti… mi meow-raccomando passate delle vacanze serene ricordatevi di fare come me (e di farlo fare ai vostri umani): staccate tutto, spegnete tutto, anche il cervello e non pensate a niente… concedetevi solo dei luuunghi lunghissimo ronfini, intervallati da qualche sana abboffata ^^ E’ la mia personale ricetta per la felicità! (e … Continua a leggere

Dove è finita Lagattabigia?

Qualcuno di voi se lo starà chiedendo, e anche a ragione, visto che ormai mi faccio sentire raramente (almeno qui sul mio piccolino, modestissimo, ma molto amato blog… sulla pagina Facebook, invece, ci sono tutti i giorni ^^)

Ebbene, la primavera è piano piano scivolata in estate, un paio di volte almeno (prima di cedere il passo all’autunno, sembra) da queste parti: piogge torrenziali, settimane di caldo afoso alternate  ad albe e giornate di pioggia novembrina, coperrtine in e out dall’armadio, ventilatore si ventilatore no, asciugamanino bagnato a terra che viene abitato a targhe alterne ed a seconda della temperatura…

gattabigia-10lug14-5

gattabigia-11lug14-2

gattabigia-11lug14-8

Se lo chiedete alla mia umana, molto probabilmente vi risponderà che la vostra beniamina (cioè io, Lagattabigia) si alterna placidamente fra il suddetto asciugamano bagnato (residente stabile del pavimento fra il bagno e il mini-corridoio), la mia amata scatola ormai quasi a pezzi, e il mio adorato tubozzo.

gattabigia-10lug14-4

gattabigia-10lug14-2

gattabigia-21lug14-3

Anzi i MIEI tubozzi.

gattabigia-13lug14-5

Sulla cresta dei quali molto probabilmente a breve mi vedrete conquistare il mondo, si si…

gattabigia-22lug-14-in tube

gattabigia-22lug-14-on tunnel

Alle volte tento qualche sortita verso la finestra, nel vano tentativo di sfondare la rete protettiva ed avventarmi finalmente a scuoiare qualche piccione molesto (ci stanno facendo diventare matte, quei maledetti, che hanno fatto il nido nel nostro sottotetto e si permettono di passeggiarci davanti come se fosse casa loro!)

gattabigia-20lug14

gattabigia-21lug14-1

Oppure me ne resto placidamente sdraiata come una Venere sul primo scalino sotto la finestra, dove nei giorni di buona si riesce a farsi accarezzare il pelo da una dolce ariettina…(che quando c’è il mercato in piazza mi porta anche gli aromi di pesciolini e polletto fritto che tanto mi piacciono, gnamme!!)

gattabigia-16luglio2014-2

gattabigia-11lug14-7

Eh, che ci volete fare… è dura la vita da gatti

gattabigia-13lug14-3

 

#no all’abbandono estivo dei pelosini!!

Oggi io e l’umana ce la siamo sentita di fare anche il nostro (piccolo) contributo alla sensibilizzazione contro intanto, tantissimo, tristemente noti abbandoni di animali durante il periodo estivo.
E’ una cosa bruttissima che accade sempre più spesso e ci spezza il cuore.
Le nostre bacheche sono piene di tristi appelli. Moltissimi pelosini non ce la fanno.
Alcuni non sapranno mai perché sono stati abbandonati, o perché un giorno prima avevano una casa, una famiglia, la pappa nella ciotola, e il giorno dopo invece c’era solo la strada. Il sole impietoso. Il freddo e la solitudine.
Gattili e canili sono al collasso, i volontari non c’è la fanno più.
Almeno non voltiamo le spalle a questa cosa orribile: diciamo NO, aiutiamo quando possiamo e come possiamo.
A volte basta davvero poco.

Da noi viene un grazie di cuore, perché anche solo il pensiero conta.
#noabbandono #ionontiabbandono

20140714-170119-61279709.jpg

L’umana vorrebbe sapere…

La mia umana vorrebbe sapere dove si trova il mio pulsante di spegnimento.
O almeno quello di “postponi con una certa efficacia”.
Si perché vedete ormai la sveglia, quella vera, non se la punta nemmeno più. Ci sono io, che le faccio risparmiare lo sforzo.
E sono che brava.
Faccio delle piccole prove random durante la notte, se per caso mi immagino che ci sia qualche mosca che vola in giro per la stanza, e quando viene il tempo, spacco il minuto.
Lei dice che non spacco solo quello, il minuto, ma io penso che sia solo invidia perché sono molto brava.
Altrimenti ciao, questa umana se ne starebbe a letto a dormire per ooore intere.
E invece noi sappiamo che siamo solo noi gatti a poterlo fare. Dormire ore intere.
Cosa c’è da arrabbiarsi che le faccio pure la cortesia di svegliarla e mi assicuro che si alzi, si lavi, mi prepari la colazione, prima che io possa tornare a sdraiarmi in pace sul letto finalmente libero, e godermi il mio meritato sonnellino!
La mia umana si chiede anche come si faccia ad impostarmi una suoneria diversa. Infatti lei vorrebbe che la svegliassi con un “miao”, o magari una leccatina, ma io niente. Le faccio quel versetto che è molto più da sveglia. Quel “RRR!” Anche un po scocciato che, palesemente, vuol dire “pigrona, ti alzo o no??!”
E lei si alza, bofonchiando “ma guarda te se mi devo far comandare dal gatto”. Dice che a nessun cristiano ha mai permesso di rovinarle il sonno, e invece a me..
Ma io dico, se funziona, che ti alzi subito, perché dovrei cambiare ??
Insomma l’avete capito: vivo con una lagna.
Che insiste perché vi chieda se sapete dove può trovare il mio pulsante di spegnimento… Ditele qualcosa voi, io non ce la faccio..
E’ la mia ora del pisolo e torno a dormire.
Ciao tutti!!!!

20140705-093649-34609801.jpg

20140705-093650-34610702.jpg

20140705-093651-34611492.jpg

20140705-093652-34612948.jpg

20140705-093652-34612322.jpg

Ho una nuova scatola

Questa galleria contiene 5 immagini.

Ecco, lo so che è da tanto tempo che non mi faccio sentire.. ma dovete perdonarmi: con questo caldo sono andata in letargo, e mi sveglio solo per giocare con la mia amata scatola! (e per mangiare le mie pappe e transumare dal mio asciugamano bagnato all’angolo della scala e viceversa…) è dura la vita … Continua a leggere