3 anni vissuti …miciosamente!

La mamy ancora se lo ricorda, e a volte va a rivedersi le prime, primissime foto scattate quel giorno.

Io forse me lo ricordo un pò meno.. sapete, l’età.

Io, il primo giorno a casa con l'umana

Io, il primo giorno a casa con l’umana

Era il 19 agosto di 3 anni fa, e quel giorno la mamy è venuta a prendermi e mi ha portato a casa. A quella che da quel giorno sarebbe diventata la mia nuova casa. O una delle due, insomma.

Il giorno prima ero uno scricciolo di micina tutta pelle e ossa (e grandi grandi orecchie) che passava le sue giornate giocando con i fratellini, correndo dietro a mammagatta, e nascondendomi nel piatto della doccia di casa, il giorno dopo ero uno scricciolo di micina tutta pelle e ossa che si nascondeva sotto al camino in cantina di questa nuova, strana, umana, che ha poi preso il vizio – per mesi – di scendere a sedersi in divano con me, e passare le ore a fare leparole crociate… mentre io mi abituavo a lei. Alla sua presenza, alla sua voce, al suo odore, al suo passo.

E a tutte le altre cose che c’erano in quella grande casa (compresa la cana invadente!)

gattabigia-parole-crociate

Ancora oggi, mi è rimasta la fissa per le matite, sapete? Appena ne vedo una niente, la devo attaccare e sgranocchiare… da quei giorni la mamy non è più riuscita a fare le parole crociate… appena la vedo sedersi con quaderno e matita le devo saltare in braccio e basta.

gattabigia-parole-crociate

E guardate come “riempivo” bene la mia cuccetta… Ero proprio patatina, non trovate?

gattabigia

Eh si, sono già passati 3 anni, ma quei primi giorni credo che la mamy non li dimenticherà mai…

Annunci

Chiacchierina…

Quando sono arrivata in questa casa, o meglio quando la mamy mi ci ha portata, ero una micina silenziosissima.

Mai un fiato, nemmeno quando avevo fame e l’umana tirava fuori le pappe. Non ho mai pianto, nemmeno il primo giorno dopo che mi ha portata via dalla mamma gatta e dai miei fratellini.

Ho piangiucchiato un pochino in macchina, ma poi mi sono calmata.

Il primo mese siamo rimaste nella casa grande dei nonni, perciò l’umana, che era preocccupatissima che mi nascondessi sotto alle macchine in garage, e visto che quando mi chiamava non le rispondevo mai, mi ha messo il collarino con il campanellino.

Ancora adesso me lo deve mettere, quando andiamo dai nonni, perché non ho perso il vizio di aggirarmi furtiva e silenziosa, e non rispondere quando mi chiamano. A malapena accorro, quando mi stufo di stare in giro, quando l’umana agita la scatoletta dei dolcetti… !

Non sono mai stata una nemmeno da grosse fusa rumorose: le mie fusa sono bassissime, quasi impercettibili, più un ronzio che altro (ma ci sono eh!)

Con il tempo, però, le cose sono cambiate, e io ho imparato a conversare con la mamy, con un linguaggio tutto nostro  fatto di miagolii, rumorini di gola e fusa strozzate. Tanto che a volte, quella ingrata, mi diceche sono “una lagna”.

Abbiamo un miagolio per tutto, sapete?

Processed with Moldiv

Bigia allo specchio..

C’è il PRR! Imperioso, di quando voglio attirare la sua attenzione o svegliarla alla mattina (quella pigrona, dovrebbe ringraziarmi: da che ci sono io non ha mai più puntato la sveglia! Con gran beneficio per il suo umore mattutino.. )

C’è il MAUUUUU!!! Disperato di quando il PRR! Non funziona e quella non si sveglia, ma io ho bisogno, BISOGNO che lei scenda ad aprirmi l’acqua del bidet, o a darmi da mangiare. Insomma!

C’è poi il PRR? Inquisitorio, che uso per assicurarmi che lei mi stia prestando la dovuta attenzione. Il PRR con cui la tiro scema, ripetendolo di continuo ad un ritmo di circa 3 al minuto… incessante e martellante come un mal di testa (per quello dice che sono una lagna… è il mio PRR annoiato).

Lo GNAU di quando deve darmi i dolcetti, appena finito di lavare i piatti del pranzo o della cena (dico, umana, mica vorrai mangiare tu da sola, eh?!)

Il MEO con cui le corro incontro quando torna a casa, soprattutto quando ci torna con qualche bella borsa dal contenuto interessante.

Ci sono i cinguettii con cui cerco di parlare con i piccioni fuori dalla nostra finestra, e con cui le comunico il mio disappunto quando quelli proprio non mi rispondono (maledetti!) e il RON RON  a bollicine, tipo fumatore incallito, di quando ci facciamo le coccole alle 4 di notte. Lì, alle 4 di notte con le coccole, c’è anche qualche miagolio sussurrato, ma solo in occasioni speciali.

C’è il PRR! Sono qui, di quando mi fa una coccola improvvisa, e c’è quello lamentoso di quando non riesce a capire, ottusa umana, cosa voglio.

E poi c’è anche il MEU! Imperativo, di quando chiamo l’ascensore umano per farmi salire sui ripiani più alti dei mobili… a questa chiamata l’umana si scoccia, ma glielo spiegate voi che è suo DOVERE prestarsi a farmi da ascensore umano ogniqualvolta io lo desidero?

È proprio una umana pigra, la mia…

Comunque, ora che l’ho addestrata bene, ci capiamo alla grande, io e l’umana, e sono molto soddisfatta.

Certe volte lei mi canta, persino, e io qualche volta le rispondo. Non ci credete? Perché, voi non parlate  mai con i vostri mici, e loro non vi rispondono??

Noi siamo più o meno così…

Un salutino dalla vostra Bigia…

…. che non si è assolutamente dimenticata di voi, cari a-mici e affezionati lettori!!

E’ solo che la mamy ha tante cose da fare (e per fortuna, così non passa tutto il suo tempo a fotografarmi!!!) e io, beh anche io sono impegnatissima… ronfatine sul letto, sul cuscino della sedia, sulla mia amachina (anche se ultimamente poco, vicino al vetro della finestra sento un pò freddo) o, ancora più raramente, in una delle mie cuccette…

Eh si, è un lavoro duro, ma qualcuno deve farlo!

Tanti bacini a tutti!!!

gattabigia-sleeping

..e fare la guardia alla pecorella è davvero faticoso con questo freddo…

..e nascondermi dall'umana e dalla sua maledetta fotocamera del cellulare...

..e nascondermi dall’umana e dalla sua maledetta fotocamera del cellulare…

gattabigia-sleeping

gattabigia-sleeping

..ancche lo stretching mi impegna molto le giornate…

gattabigia-giocando-col-cuscino

gattabigia-model-cat

…non credo di avervi raccontato della mia attività come modella di maglioncini fatit a mano per gatti…

...fare la guardia ai tappeti mi esaurisce sempre molto...

…fare la guardia ai tappeti mi esaurisce sempre molto…

gattabigia-christmas

..è un lavoro duro...

..è un lavoro duro…

gattabigia-alla-finestra

…la veglia diurna alla finestra… ma quei maledetti piccioni non ci avranno!

...progettare costantemente agguati alla mia umana mi sfinisce...

…progettare costantemente agguati alla mia umana mi sfinisce…

I gatti in inverno

Vi siete mai chiesti che cosa facciamo noi gatti in inverno?

christmas-cat

O meglio, vi siete mai chiesti perchè in inverno noi gatti tendiamo a… “scomparire” sotto chili e chili e strati di coperte, copertine, plaid, lenzuolini di flanella, etc.?

winter-cat

E’ tutta una mossa calcolata e non ha niente a che vedere con il freddo, proprio no! Del resto noi micetti siamo dotati di pelliccia, quindi a noi il freddo ci fa un baffo proprio.

La verità è che quando scompariamo sotto le coperte, noi mici in realtà stiamo COMBATTENDO LE FORZE DEL MALE, in segreto!

winter-cozy-cat

Ma si, rendetevi conto: sotto a quelle coperte, lenzuola, sotto ai vostri letti cari umani, si nascondono innumerevoli pericoli: mostri pronti a balzar fuori e papparvi in un sol boccone. E non escono solo se sentono la feroce russante spaventosissima presenza di uno di noi mici guardiani!

Spaventosissima, davvero: non laciatevi ingannare dallo sguardo puccioso e mezzo assonnato: noi gatti siamo vigilissimi e pronti a tirar fuori gli artigli come niente!

winter-cat-under-cover winter-cat-under-cover

7431698a6db9ff8c1c603b6c57efa9ce

Spaventosiss… ehm… si vabeh, al massimo li ammazziamo di risate, i mostri, o di tenerezza… ma comunque. Noi siamo lì che facciamo la guardia! State attenti mostri, ritiratevi dinnanzi alla nostra spietatezza pucciosa!

winter-cat-under-cover

che poi dai… qualche volta facciamo la guardia anche a voi umani, eh… e vi teniamo anche belli caldi!6a6b9fc388beb226853638478dadab2cPerciò consigliate ai vostri umani di non disturbarvi MAI quando state intraprendendo la vostra aspra lotta contro le forze del male! Dopotutto..lo fate anche per la loro sicurezza.

…e qui potete visionare un paio di diapositive in merito al mio contributo alla causa:

gattabigia-sotto-coperta gattabigia-sotto-coperta-nanne gattabigia-nanne

Buon inverno a-mici, e mi raccomando, fate anche qualche pausa fra una sessione e l’altra di lotta contro il  male….

Dove è finita Lagattabigia?

Qualcuno di voi se lo starà chiedendo, e anche a ragione, visto che ormai mi faccio sentire raramente (almeno qui sul mio piccolino, modestissimo, ma molto amato blog… sulla pagina Facebook, invece, ci sono tutti i giorni ^^)

Ebbene, la primavera è piano piano scivolata in estate, un paio di volte almeno (prima di cedere il passo all’autunno, sembra) da queste parti: piogge torrenziali, settimane di caldo afoso alternate  ad albe e giornate di pioggia novembrina, coperrtine in e out dall’armadio, ventilatore si ventilatore no, asciugamanino bagnato a terra che viene abitato a targhe alterne ed a seconda della temperatura…

gattabigia-10lug14-5

gattabigia-11lug14-2

gattabigia-11lug14-8

Se lo chiedete alla mia umana, molto probabilmente vi risponderà che la vostra beniamina (cioè io, Lagattabigia) si alterna placidamente fra il suddetto asciugamano bagnato (residente stabile del pavimento fra il bagno e il mini-corridoio), la mia amata scatola ormai quasi a pezzi, e il mio adorato tubozzo.

gattabigia-10lug14-4

gattabigia-10lug14-2

gattabigia-21lug14-3

Anzi i MIEI tubozzi.

gattabigia-13lug14-5

Sulla cresta dei quali molto probabilmente a breve mi vedrete conquistare il mondo, si si…

gattabigia-22lug-14-in tube

gattabigia-22lug-14-on tunnel

Alle volte tento qualche sortita verso la finestra, nel vano tentativo di sfondare la rete protettiva ed avventarmi finalmente a scuoiare qualche piccione molesto (ci stanno facendo diventare matte, quei maledetti, che hanno fatto il nido nel nostro sottotetto e si permettono di passeggiarci davanti come se fosse casa loro!)

gattabigia-20lug14

gattabigia-21lug14-1

Oppure me ne resto placidamente sdraiata come una Venere sul primo scalino sotto la finestra, dove nei giorni di buona si riesce a farsi accarezzare il pelo da una dolce ariettina…(che quando c’è il mercato in piazza mi porta anche gli aromi di pesciolini e polletto fritto che tanto mi piacciono, gnamme!!)

gattabigia-16luglio2014-2

gattabigia-11lug14-7

Eh, che ci volete fare… è dura la vita da gatti

gattabigia-13lug14-3

 

L’umana vorrebbe sapere…

La mia umana vorrebbe sapere dove si trova il mio pulsante di spegnimento.
O almeno quello di “postponi con una certa efficacia”.
Si perché vedete ormai la sveglia, quella vera, non se la punta nemmeno più. Ci sono io, che le faccio risparmiare lo sforzo.
E sono che brava.
Faccio delle piccole prove random durante la notte, se per caso mi immagino che ci sia qualche mosca che vola in giro per la stanza, e quando viene il tempo, spacco il minuto.
Lei dice che non spacco solo quello, il minuto, ma io penso che sia solo invidia perché sono molto brava.
Altrimenti ciao, questa umana se ne starebbe a letto a dormire per ooore intere.
E invece noi sappiamo che siamo solo noi gatti a poterlo fare. Dormire ore intere.
Cosa c’è da arrabbiarsi che le faccio pure la cortesia di svegliarla e mi assicuro che si alzi, si lavi, mi prepari la colazione, prima che io possa tornare a sdraiarmi in pace sul letto finalmente libero, e godermi il mio meritato sonnellino!
La mia umana si chiede anche come si faccia ad impostarmi una suoneria diversa. Infatti lei vorrebbe che la svegliassi con un “miao”, o magari una leccatina, ma io niente. Le faccio quel versetto che è molto più da sveglia. Quel “RRR!” Anche un po scocciato che, palesemente, vuol dire “pigrona, ti alzo o no??!”
E lei si alza, bofonchiando “ma guarda te se mi devo far comandare dal gatto”. Dice che a nessun cristiano ha mai permesso di rovinarle il sonno, e invece a me..
Ma io dico, se funziona, che ti alzi subito, perché dovrei cambiare ??
Insomma l’avete capito: vivo con una lagna.
Che insiste perché vi chieda se sapete dove può trovare il mio pulsante di spegnimento… Ditele qualcosa voi, io non ce la faccio..
E’ la mia ora del pisolo e torno a dormire.
Ciao tutti!!!!

20140705-093649-34609801.jpg

20140705-093650-34610702.jpg

20140705-093651-34611492.jpg

20140705-093652-34612948.jpg

20140705-093652-34612322.jpg

Di borse.. e altri luoghi comodi dove riposare

Noi gatti siamo creature che si accontentano abbastanza di poco, sapete.

Soprattutto quando si parla di due delle nostre attività preferite: dormire, e giocare.

gattabigia

No, sul mangiare no.. non penserete mica di fare i furbi, cari umani, e rifilarci cose scadenti e low cost???? Che poi ci vengono un sacco di malaattie e state male pure voi …su, un minimo di maintenancce noi gatti la richiediamo.

Ma non per quanto riguarda i posti dove metterci comodi e appisolarci

sacchetto di carta gatto

gattabigia-coccole

E le cose con cui giocare.

sacchetto-gatto
Che poi, io sono anche fortunata: ho un’umana che si diletta di fai da te low cost, e il più delle volte basta una carta scrocchiante annodata o un pacchetto di fazzoletti di carta da distruggere, che io me ne sto contenta e felce a rincorrerle per ore.

La casa è disseminata di rocchetti del filo esauriti (nel senso che me li rubo appena l’umana finisce il filo – gli spilli me li tiene nascosti, quella rovina-divertimento!) e di carte di alluminio dei soldini di cioccolato (ce li avete presenti? quando me li arrotola fanno un rumore bellissimo e io divento matta a rincorrerli qua e là per casa fino a che non finiscono sotto il frigo o la lavatrice… per casa ne ho nascosti a centinaia!! )

Ma come già sapete, la mia somma gioia sono le borse.

gattabigia-con-borsa

sacchetto di carta gatto 3 sacchetto di carta gatto 2

E in questi giorni la mia umana me ne ha regalata una grandissima! La adoro.. me la sto pian piano distruggendo, ma sono anche indecisa perché secondo me… potrebbe essere una casetta fantastica, per me.

gatta-borsa

Non trovate??

Mi ci diverto talmente che quando ho finito poi ho bisogno di almeno due ore di recupero, comodamente spaparanzata sui miei 4 plaid, per riposarmi un po’…..

gattabigia-coccole gattabigia-coccole

eh.. è dura la vita per noi gatti…

Visite…

Ma non è colpa mia! è l’umana che ha dettato gli standard e io non faccio che adeguarmici…

Prendiamo ad esempio la mia nuova amachina/altalena da osservazione.
L’umana l’ha vista su quello strano sito dove si comperano le cose e ti arrivano magicamente a casa (con un tizio chiamato Corriere, mah.. valli a capire sti umani, ma comunque comoda questa cosa! Un giorno o l’altro mi ordino quei 20 kili di crocchi così non ne parliamo più…)

Ma insomma vi stavo parlando della mia nuova amaca da finestra: l’umana l’ha vista, e sono mesi che avrebbe voluto comprarmi quella da calorifero ma.. come sapete, ci sono dei piccoli problemi nella nostra casina. Cioè, PICCOLI è proprio la parola giusta: nella nostra casina c’è un solo calorifero, grande e alto come la parete e fino al soffitto, a cui non si può appendere nulla, e l’unica finestra che c’è è, appunto, unica… e perciò non si può ingombrare più di tanto.

amaca-finestra-gatti

Le è sembrata un’idea geniale farmi arrivare questa amaca che si attacca sul vetro con quattro ventose giganti (o almeno lei le chiama così.. io non capisco perché: mica fanno vento. Fanno solo un rumore di stappo quando si staccano dal vetro.. boh, gli umani)..

amaca-gatti

amaca-finestra-gatti

E a me piaceva anche l’idea: dalla posizione privilegiata sull’amaca potevo finalmente sovrastare il colmo del tetto che solitamente mi impedisce di vedere fuori, e potevo godermi il panorama cittadino, magar avvistare qualche volo di piccione…

amaca-gatti

Peccato però che le ventose in questione è più le volte che si staccano (costringendomi a evoluzioni da acrobata per restare aggrappata alla mia amaca), e così alla fine, stanca del mio sdegno, l’umana si è ingegnata per farmi felice.
E devo dire che ci è riuscita!

muffin alla finestra

Ora si che ho un’altalena perfetta, un punto di osservazione mica male (e anche un posticino molto comodo per i pisolini, visto che mi ci posso rannicchiare e addormentarmi guardando fuori, invece che dover sempre stare seduta o in piedi sulle due zampe come sul trespolo!)

amaca per gatti

amaca per gatti

amaca per gatti

E’ fissata con due corde all’asta delle tende (che è in ferro e molto resistente.. non che debba risentire del mio dolce peso ma…) ed è stabilizzata da una ventosa, ma solo per ulteriore sicurezza. Quando è sera e l’umana deve chiudere le finestre, può essere facilmente riposta, contro il muro di lato, così non dà fastidio a nessuno e l’umana può aprire la finestra!

Già mi immagino le dolci ronfate quest’estate, la brezzolina che mi sfiora il pelo, io che tento di fuggire sfondando la rete di protezione e l’umana che le viene un infarto… ahahah!

Ma comunque, ho il sospetto che il nuovo aggeggio, l’amaca per gatti, sia fonte di fortissima invidia per tutti i gatti del quartiere. Il che mi rende moooolto orgogliosa, e anche un po’ protettiva.

Ieri ad esempio, il gattaccio del vicino ha osato venire fino alla mia finestra a spiare la MIA amaca, e a fare il gentile ocn la MIA umana!

gatto del vicino

Che invece di cacciarlo via come io a gran voce soffiando e urlando le suggerivo, lo ha anche coccolato e gli ha dato i MIEI crocchini!!!!

Che affronto che affronto… io lo volevo cacciare via, ma lei mi ha detto che dovevamo essere gentili. Che poteva anche essere un gattone randagio che non aveva una bella casa comoda e calda come me (con tanto di amaca!) e che magari aveva fare.

Ma nossignori! Io lo sapevo che era il gatto del vicino. Che già lo odio perché lui può uscire sul tetto a dar la caccia ai piccioni e invece io no, sono imprigionata qui! A dondolare sulla mia amaca e guardare la vita che mi passa davanti, senza poterci fare niente!

visite

Perciò, gli ho soffiato e urlato tutto il mio disprezzo, fino a che quel cattivo (finiti i miei crocchi!) se n’è tornato da dove era venuto.

Ha! Potrai anche avere i miei crocchi, ma non avrai la mia amaca e la mia casina!

Giammai!!

 

La gatta che ci mette lo zampino

E per che cosa questa particolare gatta ci metterebbe lo zampino, secondo voi?

la-gattabigia

Se lo chiedete alla mia umana.. le vi risponde: per renderla felice.

Ebbene si, noi gatti abbiamo poteri taumaturgici, si sa, ma la qui presente Gattabigia ce ne mette particolarmente del suo per inorgoglire la sua umana. Non mi credete? provate a chiederglielo! Vi stordirà di chiacchiere su come io (oltre che bellissima) sia particolarmente abile in questo o quello, nel capire i suoi stati d’animo e, soprattutto, nel tenerla allegra (e a volte farla proprio ridere) e su di morale.

ci sarebbe da chiedere di essere pagate, per questo, ma io mi accontento di un bel pò di crocchi, pappe buone, e qualche coccola quando mi va. E quel giusto grado di venerazione che mi spetta, ovviamente.

la-gattabigia

La mia ultima trovata? I massaggini alla schiena della mia povera umana.

Che da giorni e giorni (Da quando me lo sono inventato una sera, perché avevo freddo e volevo scaldarmi le zampine a suo discapito) non fa che osannare la mia abilità nel fornirle il servizio di un quarto d’ora almeno di  massaggio pre-nanna, in alternativa alla schiena (dove ha sempre male) o alla cervicale (dove con questi lugubri giorni di pioggia ha..sempre male).

Ebbene si, cosa mi tocca fare… aspetto che se ne vada a dormire la sera, che si faccia dentro ben bene nei chili di coperte sotto cui si rifugia, e poi tranquillamente le zampetto addosso alla ricerca della nicchia che più si confà a cullare il mio sonno.. solitamente quella che sta al suo fianco, o schiena contro schiena.

la-gattabigia

Diciamocelo, io lo faccio per approfittare del calduccio e accoccolarmi ben bene, ma anche lei ne è felice perché dice che sono meglio di una boule dell’acqua calda. E se prima di sistemarmi per la notte le zampetto facendo la pasta sulle sue reni o sulla spalla, proprio in quel punto dove le fa male, e faccio la leggera pressione con le zampe di dietro che le piace tanto (la bicicletta, per intenderci), lei va in solluccheri.

Dice che sono una massaggiatrice nata e che indovino sempre dove ha i muscoli in tensione.

Chi l’avrebbe mai detto che gli umani fossero così facili da accontentare?

Gatti! Se volete far felici i vostri umani (o mordicchiarli impietosamente senza che si arrabbino), imparate a far loro i massaggi. Vi osanneranno come Deità gatte scese dall’olimpo, parola mia!

Le 10 cose divertenti che il vostro gatto fa

..e che a voi umani, lo sappiamo, fanno ridere a crepapelle.

O almeno, fanno ridere quella sciocca della mia umana. Che a volte si sbellica proprio, ma con le lacrime!

foto 4_1muffin

Inutile dire, che quelle volte mi prudono proprio le zampette dalla voglia di graffiarla… perché ho la mia dignità, io, e non tollero che si rida di me! Neanche quando cado dal letto, o dalla sedia, o dal graffiatoio… insomma. non si deve ridere di me, punto!

E infatti si, eccoci con il primo punto della lista delle 10 cose che noi gatti facciamo e che vi fanno ridere così tanto:

1. cadere dai posti più assurdi. con dei gran tonfi e degli elegantissimi meow! E già di nuovo ben diritti sulle nostre zampine, pronti a riprendere qualsiasi interessantissima attività ci stesse tanto distraendo da farci cadere.

gatti-che-si-arrampicano

si perché il più delle volte cadiamo per distrazione, perché..

2. ci rincorriamo la coda come se non ci fosse un domani. E come se non ci ricordassimo che è la nostra coda… che è parte di noi, che ci segue dappertutto, e che non dovremmo mordicchiarla con tanta passione, perché non si staccherà mai e…

Ok, sono andata in fissa. ma è che quando mi ricordo di avere la coda, come tutti i gatti, poi non capisco più niente.

gatta-si-prende-la-coda

gatto-che-gioca

3.   L’imitazione di Michael Jackson in Thriller. Voglio dire: io manco lo so chi è questo tizio, ma ogni volta che tento di spaventare la mia umana e incuterle il dovuto timore…niente, quella scema scoppia a ridere come se le stessi facendo vedere le prove dello spettacolo di Miaotale.

Certo, non aiuta il fatto che per spaventarla io cammini lateralmente senza guardare dove vado e finisca sempre per andare a sbattere contro qualche mobile che si è spostato per farmi dispetto… ma non è comunque il caso di ridere. son cose serie eh.

gatto-rizza-pelo

Boh, sti umani chi li capisce è bravo.

4. Usciamo di scatto dalla cassettina dei bisogni, spaventati da non si sa cosa (in realtà, dalle nostre stesse puzze… ma non son cose che possiamo confessare così apertamente agli umani).

5.  Tentiamo di bere in posizioni impossibili, finendo sempre per ingozzarci e sputazzare acqua e starnuti da ogni parte. questa cosa è tragica ma alla mia umana la fa sempre sghignazzare, tanto che se mi sta per caso tenendo il bicchiere dal quale io cerco di bere addio, non c’è più niente da fare.

gatto-che-beve

6. Dormiamo in posizioni impossibili, il più delle volte con l’abbandono di un neonato, e per questo l’atteggiamento degli umani oscilla fra il bambinesco (oooooohhh che carino! detto coltimore reverenziale di svegliarci) e il suicida (ooooohhhh che carino! detto un istante prima di allungare la mano verso di noi, o tuffare il viso verso la nostra irresistibile panzetta pelosa, e attirarsi le feline ire funeste).

Seriamente gente: ma non ce l’avete una panzetta pelosa anche voi?? Che diamine…

cat-sleeping-cute

gatta-dorme-pancia-su

7. Proviamo un’irresistibile attrazione per alcune mortali trappole come: il piatto della doccia (scivoloso) i sacchetti di carta e plastica (che ti avvolgono nel loro abbraccio mortale e non ti lasciano andare più), le scatole di cartone (insanamente tentatrici, soprattutto quelle di piccole dimensioni dove ci piace rintanarci nella vana illusione di non essere visti dall’umano di casa… il tutto si traduce in stupidissime foto da parte dell’umano di soufflè di gatto con la base in cartone e tutto il pelo che straborda…. o peggio)

cat-with-box

scatolagatto

8. Quando giochiamo, fingiamo panico quando l’umano si nasconde gli occhi e, come per magia, sparisce davanti ai nostri occhi. Allora cominciamo a cercarlo freneticamente, e non ci rassereniamo finchè non gli poggiamo sopra la zampa e lui si scopre gli occhi, tornando alla realtà.

Andiamo siamo seri: davvero pensate che non sappiamo giocare a cucubau? E’ tutta una tattica per darvi soddisfazione, povere bestie senza pelo che non siete altro… altrimenti che vita grama avreste, senza noi gatti!

9. fuggiamo terrorizzati dall’aspirapolvere. Fughe a rotta di collo degne di un Cartoon della Loney Tunes seguono l’attimo di panico in cui fa la sua comparsa il terribile aggeggio. Scappiamo terrorizzati anche quando voi lo brandite e fate finta di imitare il suo rumore con la bocca… perchè dio non voglia che l’accendiate anche.

maledetti umani non c’è niente da ridere.

E si… anche fra noi gatti ci sono gli outsiders e i semplicemente pazzi… per l’aspirapolvere.

http://video.donnamoderna.com/ridere-in-famiglia/Micio-e-aspirapolvere-che-coppia?list=3911175

E si… ancora si: la mia umana sta le ORE a sghignazzare davanti a questi video…

10. vi facciamo gli occhietti dolci e ci inventiamo mille stratagemmi per condividere il vostro cibo (dopo aver spazzolato il nostro). E voi, allocchi, che ci cascate sempre! Siamo troppo carini e coccolosi e voi non sapete resisterci!

cat-cuteness

Ridete pure, umani, una risata vi seppellirà…

…ma non prima che vi abbiamo strappato l’ultimo boccone di cibo, sia chiaro!