Nuovo sondaggio: rimedi contro il caldo

..con questo caldo non se ne può davvero più!

IMG_1235

E voi come fate a sfuggire alla morsa di caldo e afa che ci costringono a vegetare nelle nostre casucce (o giardini?)

Annunci

Quando inizia il caldo

In casa le temperature hanno sfiorato e poi superato i 30 gradi, anzi i 31.
Io non sembro soffrire particolarmente il caldo anche se giro indossando la pelliccia.. A meno che non consideriate la normale attività di dormire quelle 12 ore e più al giorno spaparanzata da qualche parte fra il legno del soppalco la scala di ferro e l’asciugamano umido della doccia del l’umana.

Ma l’umana ha attivato le contromisure di emergenza.
Accende l’aria condizionata per me, costringendomi a rintanarmi nell’angolo più lontano perché mi da fastidio l’aria, mi mette i cubetti di ghiaccio nella ciotola dell’acqua così ci posso giocare, fa scorrere l’acqua del rubinetto e mi cambia l’acqua nella ciotola in maniera ossessiva anche 2 o 3 volte al giorno.

Oggi è arrivata a mettere in frigo la mia copertina di spugna quella su cui mi acciambello per dormire, prima di rimettermela sul letto accanto a lei.

O e’ pazza o è geniale.. Non mi è dispiaciuto affatto sapete??

Ma in tutto questo quella che soffre più il caldo di tutti… È lei.
Noi gatti almeno non sudiamo….

20130618-205051.jpg

Metti una sera con un filo di arietta..

Questa galleria contiene 11 immagini.

….e lagattabigia che si mette sul suo tiragraffi a guardare fuori da quello spiraglio di finestra che l’umana, preoccupata che salti sul tetto e scappi via per non tornare più, le lascia aperto ogni tanto, sotto attenta osservazione… che cosa può succedere alla Gattabigia, se non di assumere pose da vera gatta fashion e bellissima… … Continua a leggere

The water cats

Cari a-mici, con l’avvento della stagione calda (di cui ancora non sono sicura ma nel frattempo io e la mia umana ci portiamo avanti a pensarci) ho scoperto una certa inclinazione per …l’acqua.

gatti-nel-bicchiere

A dire la verità, non è che sia scattato tutto con l’avvento della bella stagione: per l’acqua ho sempre avuto una certa predilezione… il lavabo, il bidet e il piatto della doccia sono i miei migliori amici, e ormai bevo solo dal bicchiere dell’umana, rarissimamente dalla mia ciotola, e il 99% delle volte dal rubinetto in bagno.

Mi sono anche abituata abere proprio dal rubinetto, invece che dall’acqua raccolta nel bidet o nel lavabo, che bene o male presenta sempre dei residui anche se l’umana me la fa scorrere fresca ogni volta che ci vado.

O meglio: ogni volta che ci  va lei… e io non manco di tallonarla.

gatti-e-acqua

L’altra sera mi ha persino fatto uno scherzo: mi ha registrato il rumore dell’acqua che gocciola, e io come una scema cercavo di afferrare il cellulare con cui me lo faceva ascoltare, tutta attenta e presa a tentare di capire se c’era occasione di bere anche da li, dal lettone, senza fare tutto lo “sbatti” di scendere fino in bagno e segnalare all’umana – con un miagolio basso o un colpett al rubinetto – di aprire l’acqua.

Prima o poi la stupisco e me lo apro da sola, allora si che poi ce la raccontiamo!

Tanto ho già capito come si fa…è che non riesco a controllare il getto, e per quanta sete io abbia, non voglio finire completamente schizzata e fradicia, come quando scivolo e cado direttamente dentro il lavabo, prima di schizzare via terrorizzata… (la maledetta umana ride ogni volta, ma gliela faccio vedere io…)

Ma adesso che viene caldo, devo dire che non mi dispiace anche di bagnarmi un pò le zampette, o il muso… certe volte lo faccio apposta: la sensazione è molto rinfrescante.

Credo proprio che prima o poi vincerò la mia timidezza e diventerò un’esperta nuotatrice, come i gatti di questo fantastico filmato, che stimo moltissimo!!

I miei gomitoli

L’umana.

L’altro giorno è andata in un negozio per animali, e mi ha comprato un pettine nuovo e quell’orribile guanto per pettinare e massaggiare insieme.

Puzza di gomma, e non mi piace, anche se quando mi coglie alla sprovvista e mi massaggia, finisco per fare le fusa. Ma poi mi tocca leccarmi tutto il pelo da punto e a capo, e lei lo sa quanto odio essere toccata da cose estranee.

Non devo darle a vedere che la spazzolatura quotidiana (anche due volte al giorno, manco fossi uno di quegli orribili persiani spocchiosi e pieni di pelo) mi piace un sacco, altrimenti andrà a vanti a spazzolarmi per tutto il giorno, tutti i santi giorni.

Sai che palle.

Ma il pettine che ha comprato, quell’aggeggio che chiama Furminator (ma non lo è, io lo so che ha voluto risparmiare e ha comprato la versione tarocca… tegnona che non è altro!) è davvero miracoloso. In due giorni mi ha liberato di tutto quel pelo che solitamente mi dovevo leccare via da sola (E adesso che aveva cominciato a far caldo le cose si stavano mettendo male, e non c’era crocchetta anti air ball che tenesse).

Solo che siccome l’umana vede che l’aggeggio funziona, ha preso il vizio di spazzolarmi tutte le mattine, e far lana. Manco fossi una pecora merinos.

Ne vengono via quantità industriali, pattumiere piene. E quella è roba mia io la rivoglio! Voglio mangiarmela io e poi vomitarla sul tappeto è un mio diritto!

Invece lei mi toglie i gomitoli (del MIO pelo) da sotto le zampe, e li butta via.

LI BUTTA VIA! Come se fossero robaccia!

Ma dico io, non potremmo farci una bella sciarpina, o magari un maglioncino per quest’inverno?

gattabigia