Umana, stai battendo la fiacca

gattabigia-ti-tengo-docchio

Anche l’umana sembra risentire di questo caldo afoso che non ci vuole mollare.
mentre io pascolo bellamente per l’appartamento, lasciandomi andare in ogni angolo a qualche leggera dormita (i miei preferiti: la scala di ferro, le piastrelle della doccia), anche l’umana batte la fiacca.

e invece di cambiarmi l’asciugamano umido che mi fa da copertina (a volte, quando me la mette addosso a tradimento) se ne sta lì a farmi le sue sciocche foto.

tenere-fresco-gatto
e io schiatto di caldo.

ma si può??

The water cats

Cari a-mici, con l’avvento della stagione calda (di cui ancora non sono sicura ma nel frattempo io e la mia umana ci portiamo avanti a pensarci) ho scoperto una certa inclinazione per …l’acqua.

gatti-nel-bicchiere

A dire la verità, non è che sia scattato tutto con l’avvento della bella stagione: per l’acqua ho sempre avuto una certa predilezione… il lavabo, il bidet e il piatto della doccia sono i miei migliori amici, e ormai bevo solo dal bicchiere dell’umana, rarissimamente dalla mia ciotola, e il 99% delle volte dal rubinetto in bagno.

Mi sono anche abituata abere proprio dal rubinetto, invece che dall’acqua raccolta nel bidet o nel lavabo, che bene o male presenta sempre dei residui anche se l’umana me la fa scorrere fresca ogni volta che ci vado.

O meglio: ogni volta che ci  va lei… e io non manco di tallonarla.

gatti-e-acqua

L’altra sera mi ha persino fatto uno scherzo: mi ha registrato il rumore dell’acqua che gocciola, e io come una scema cercavo di afferrare il cellulare con cui me lo faceva ascoltare, tutta attenta e presa a tentare di capire se c’era occasione di bere anche da li, dal lettone, senza fare tutto lo “sbatti” di scendere fino in bagno e segnalare all’umana – con un miagolio basso o un colpett al rubinetto – di aprire l’acqua.

Prima o poi la stupisco e me lo apro da sola, allora si che poi ce la raccontiamo!

Tanto ho già capito come si fa…è che non riesco a controllare il getto, e per quanta sete io abbia, non voglio finire completamente schizzata e fradicia, come quando scivolo e cado direttamente dentro il lavabo, prima di schizzare via terrorizzata… (la maledetta umana ride ogni volta, ma gliela faccio vedere io…)

Ma adesso che viene caldo, devo dire che non mi dispiace anche di bagnarmi un pò le zampette, o il muso… certe volte lo faccio apposta: la sensazione è molto rinfrescante.

Credo proprio che prima o poi vincerò la mia timidezza e diventerò un’esperta nuotatrice, come i gatti di questo fantastico filmato, che stimo moltissimo!!

Incomprensibilità da umani

La mia umana a volte fa delle cose piuttosto strane, che io proprio non capisco, nemmeno se sto dei minuti interi a pensarci.
Nel locale che chiama “bagno“, ad esempio… Ci passa delle ore.
Sta nel parco giochi (che lei chiama “doccia“) per dei quarti d’ora interi, lasciandomi fuori ad aspettare (perché io sono educata e aspetto, la coda ben arrotolata lo sguardo fermo) che abbia finito i suoi comodi.
Eppure sa che mi piace entrare a bagnarmi le Zampette, ad ispezionare lo strato d’acqua residua…
Ma lei niente, alla fine asciuga pure tutto. Per farmi dispetto, ne sono sicura.

E al mio abbeveratoio personale? Passa le ore.. A spalmarsi robe dal l’odore disgustoso o a lavarsi o a fare mille altre cose guardandosi in quello specchio.. Ma a fare dico io?
Si lava e rilava e rilava con l’acqua (non la beve neanche! mi vengono i brividi solo a pensarci.. tutta quell’acqua, acqua dappertutto…) si immerge nell’acqua mille e mille volte.. Ma non lo sanno gli umani che basta una passata fatta bene con le zampone bagnate, o una leccatina di bellezza, per sistemare tutto?
Voglio dire, basta guardare me.. Che nel pelo folto e lucido.. E non passo tutte quelle ore all’abbeveratoio! (Che lei chiama “lavandino“) Ogni tanto mi ci ficco sotto, ma per il puro scopo e intento di capire da dove accidenti arriva tutta quell’acqua!

Però lo devo ammettere… a volte non è mica csì male lasciarsi scorrere un filo d’acqua, giusto un filo, sui lati del musetto e magari un pò fra le orecchie… è una sensazione di goduria proibita, come se stessi facendo qualcosa di strano ma piacevole… oddio. Non starò mica diventando sciocca come l’umana!!??

E gli asciugamani e i tappeti? Pensiamo agli asciugamani e ai tappeti, belli fragranti e caldi… Proprio sul più bello che hanno preso il mio odore a furia di sdraiarmici, lei li cambia e li lava!
E io devo ricominciare daccapo.

Come dice la mia umana: Robb de matt..

È dura, credetemi, la vita in questa casa, con un’umana stramba, che non mi capisce….

20130328-114209.jpg