3 anni vissuti …miciosamente!

La mamy ancora se lo ricorda, e a volte va a rivedersi le prime, primissime foto scattate quel giorno.

Io forse me lo ricordo un pò meno.. sapete, l’età.

Io, il primo giorno a casa con l'umana

Io, il primo giorno a casa con l’umana

Era il 19 agosto di 3 anni fa, e quel giorno la mamy è venuta a prendermi e mi ha portato a casa. A quella che da quel giorno sarebbe diventata la mia nuova casa. O una delle due, insomma.

Il giorno prima ero uno scricciolo di micina tutta pelle e ossa (e grandi grandi orecchie) che passava le sue giornate giocando con i fratellini, correndo dietro a mammagatta, e nascondendomi nel piatto della doccia di casa, il giorno dopo ero uno scricciolo di micina tutta pelle e ossa che si nascondeva sotto al camino in cantina di questa nuova, strana, umana, che ha poi preso il vizio – per mesi – di scendere a sedersi in divano con me, e passare le ore a fare leparole crociate… mentre io mi abituavo a lei. Alla sua presenza, alla sua voce, al suo odore, al suo passo.

E a tutte le altre cose che c’erano in quella grande casa (compresa la cana invadente!)

gattabigia-parole-crociate

Ancora oggi, mi è rimasta la fissa per le matite, sapete? Appena ne vedo una niente, la devo attaccare e sgranocchiare… da quei giorni la mamy non è più riuscita a fare le parole crociate… appena la vedo sedersi con quaderno e matita le devo saltare in braccio e basta.

gattabigia-parole-crociate

E guardate come “riempivo” bene la mia cuccetta… Ero proprio patatina, non trovate?

gattabigia

Eh si, sono già passati 3 anni, ma quei primi giorni credo che la mamy non li dimenticherà mai…

Annunci

Chiacchierina…

Quando sono arrivata in questa casa, o meglio quando la mamy mi ci ha portata, ero una micina silenziosissima.

Mai un fiato, nemmeno quando avevo fame e l’umana tirava fuori le pappe. Non ho mai pianto, nemmeno il primo giorno dopo che mi ha portata via dalla mamma gatta e dai miei fratellini.

Ho piangiucchiato un pochino in macchina, ma poi mi sono calmata.

Il primo mese siamo rimaste nella casa grande dei nonni, perciò l’umana, che era preocccupatissima che mi nascondessi sotto alle macchine in garage, e visto che quando mi chiamava non le rispondevo mai, mi ha messo il collarino con il campanellino.

Ancora adesso me lo deve mettere, quando andiamo dai nonni, perché non ho perso il vizio di aggirarmi furtiva e silenziosa, e non rispondere quando mi chiamano. A malapena accorro, quando mi stufo di stare in giro, quando l’umana agita la scatoletta dei dolcetti… !

Non sono mai stata una nemmeno da grosse fusa rumorose: le mie fusa sono bassissime, quasi impercettibili, più un ronzio che altro (ma ci sono eh!)

Con il tempo, però, le cose sono cambiate, e io ho imparato a conversare con la mamy, con un linguaggio tutto nostro  fatto di miagolii, rumorini di gola e fusa strozzate. Tanto che a volte, quella ingrata, mi diceche sono “una lagna”.

Abbiamo un miagolio per tutto, sapete?

Processed with Moldiv

Bigia allo specchio..

C’è il PRR! Imperioso, di quando voglio attirare la sua attenzione o svegliarla alla mattina (quella pigrona, dovrebbe ringraziarmi: da che ci sono io non ha mai più puntato la sveglia! Con gran beneficio per il suo umore mattutino.. )

C’è il MAUUUUU!!! Disperato di quando il PRR! Non funziona e quella non si sveglia, ma io ho bisogno, BISOGNO che lei scenda ad aprirmi l’acqua del bidet, o a darmi da mangiare. Insomma!

C’è poi il PRR? Inquisitorio, che uso per assicurarmi che lei mi stia prestando la dovuta attenzione. Il PRR con cui la tiro scema, ripetendolo di continuo ad un ritmo di circa 3 al minuto… incessante e martellante come un mal di testa (per quello dice che sono una lagna… è il mio PRR annoiato).

Lo GNAU di quando deve darmi i dolcetti, appena finito di lavare i piatti del pranzo o della cena (dico, umana, mica vorrai mangiare tu da sola, eh?!)

Il MEO con cui le corro incontro quando torna a casa, soprattutto quando ci torna con qualche bella borsa dal contenuto interessante.

Ci sono i cinguettii con cui cerco di parlare con i piccioni fuori dalla nostra finestra, e con cui le comunico il mio disappunto quando quelli proprio non mi rispondono (maledetti!) e il RON RON  a bollicine, tipo fumatore incallito, di quando ci facciamo le coccole alle 4 di notte. Lì, alle 4 di notte con le coccole, c’è anche qualche miagolio sussurrato, ma solo in occasioni speciali.

C’è il PRR! Sono qui, di quando mi fa una coccola improvvisa, e c’è quello lamentoso di quando non riesce a capire, ottusa umana, cosa voglio.

E poi c’è anche il MEU! Imperativo, di quando chiamo l’ascensore umano per farmi salire sui ripiani più alti dei mobili… a questa chiamata l’umana si scoccia, ma glielo spiegate voi che è suo DOVERE prestarsi a farmi da ascensore umano ogniqualvolta io lo desidero?

È proprio una umana pigra, la mia…

Comunque, ora che l’ho addestrata bene, ci capiamo alla grande, io e l’umana, e sono molto soddisfatta.

Certe volte lei mi canta, persino, e io qualche volta le rispondo. Non ci credete? Perché, voi non parlate  mai con i vostri mici, e loro non vi rispondono??

Noi siamo più o meno così…

Baby it’s cold outside… mettete i maglioncini ai vostri pelosini!

Questa galleria contiene 11 immagini.

(e  non solo!) Ebbene si, in questi i giorni il freddo sta bussando alle nostre porte. Per il momento noi “pelliccio-muniti” non ci preoccupiamo più di tanto: a noi certe temperature ci fanno un baffo (ma non ce lo scompigliano, a meno che non cii sia quel brutto vento cattivo che… miawww! come lo odio!). … Continua a leggere

Muffin combinaguai ..è tornata, più dispettosa che mai!

Lo so, lo so, è da tanto tanto che non mi faccio sentire!

gattabigia-agosto14-1

Con la scusa che io e l’umana siamo state “in villeggiatura” dai nonni, mi sono persa via in lunghe ronfate e pomeriggi a guardar fuori dalla finestra, e ops. non è che mi sono dimenticata di voi, ma del computer si!

Non ho avuto tempo di raccontarvi le mie ultime novità, o di come la mamy abbia provato a portarmi fuori in giardino con il guinzaglietto, ad esempio.. e di come mi sia piaciuto, fino a che le sedie da giardino mannare mi hanno spaventata così a morte che quasi scappo di casa e mi perdo per sempre…

gattabigia-agosto14-2

E così, essendosi spaventata anche l’umana a morte, le mie capatine guinzagliata in giardino si sono ridotte (complice anche il cattivo tempo, in combutta con quelle orride sedie da giardino mannare)

Ma ora che siamo tornate a casa, e il fantasma delle sedie da giardino è solo un brutto ricordo, ho più tempo per riprendere il filo del discorso con voi, perciò eccomi qui!

gattabigia-agosto14-3

Sempre bellissima e sempre super indaffarata a combinare guai a questa umana (mica che si abitui troppo bene eh!).

L’ultimaa? La sto facendo disperare perchè, memore delle tenere erbette doverosamente usmate durante le mie uscite, mi sono messa in testa che devo mangiare tutte le foglie delle pianticelle che l’umana tiene in casa! Non c’è verso, sono così buone!

Per me hanno la stessa attrattiva che ha il frigo per l’umana, tanto che mi ci ha trovato li a smangiucchiarle all’una di notte, l’altro ieri. Ma proprio non ce la faccio a resistere.. io devo rosicchiarle!

Anche se le ho sempre ignorate, adesso DEVO mangiarle. Devo, è più forte di me.

Anche se lei dice che poi mi fanno star male.

Ha consultato tutti i siti possibili e immaginabili per assicurarsi che lo Spatifillum non sia tossico gattabigia-agosto14-4per me (e non lo è, vedete qui), e tuttavia si è quasi arresa all’idea: le pianticelle fresche spariranno da casa miehehehehe. Per il momento fanno la spola fra il balconcino chiuso (fuori, la notte) e il pensile alto (dove non ci arrivo, ma mi sto ingegnando)

L’umana dal canto suo sta ancora valutando l’idea di mettere su una coltivazione alternativa di erba gatta. Salvo poi che a me non ha mai fatto impazzire neanche quando ce l’avevo, qualche tempo fa.. ma non ve l’ho detto? io VIVO per complicarle la vita, miehehehehehe

 

Lagattabigia

Lagattabigia va in vacanza…

Ciao ciao a tutti… mi meow-raccomando passate delle vacanze serene ricordatevi di fare come me (e di farlo fare ai vostri umani): staccate tutto, spegnete tutto, anche il cervello e non pensate a niente… concedetevi solo dei luuunghi lunghissimo ronfini, intervallati da qualche sana abboffata ^^ E’ la mia personale ricetta per la felicità! (e … Continua a leggere

L’umana vorrebbe sapere…

La mia umana vorrebbe sapere dove si trova il mio pulsante di spegnimento.
O almeno quello di “postponi con una certa efficacia”.
Si perché vedete ormai la sveglia, quella vera, non se la punta nemmeno più. Ci sono io, che le faccio risparmiare lo sforzo.
E sono che brava.
Faccio delle piccole prove random durante la notte, se per caso mi immagino che ci sia qualche mosca che vola in giro per la stanza, e quando viene il tempo, spacco il minuto.
Lei dice che non spacco solo quello, il minuto, ma io penso che sia solo invidia perché sono molto brava.
Altrimenti ciao, questa umana se ne starebbe a letto a dormire per ooore intere.
E invece noi sappiamo che siamo solo noi gatti a poterlo fare. Dormire ore intere.
Cosa c’è da arrabbiarsi che le faccio pure la cortesia di svegliarla e mi assicuro che si alzi, si lavi, mi prepari la colazione, prima che io possa tornare a sdraiarmi in pace sul letto finalmente libero, e godermi il mio meritato sonnellino!
La mia umana si chiede anche come si faccia ad impostarmi una suoneria diversa. Infatti lei vorrebbe che la svegliassi con un “miao”, o magari una leccatina, ma io niente. Le faccio quel versetto che è molto più da sveglia. Quel “RRR!” Anche un po scocciato che, palesemente, vuol dire “pigrona, ti alzo o no??!”
E lei si alza, bofonchiando “ma guarda te se mi devo far comandare dal gatto”. Dice che a nessun cristiano ha mai permesso di rovinarle il sonno, e invece a me..
Ma io dico, se funziona, che ti alzi subito, perché dovrei cambiare ??
Insomma l’avete capito: vivo con una lagna.
Che insiste perché vi chieda se sapete dove può trovare il mio pulsante di spegnimento… Ditele qualcosa voi, io non ce la faccio..
E’ la mia ora del pisolo e torno a dormire.
Ciao tutti!!!!

20140705-093649-34609801.jpg

20140705-093650-34610702.jpg

20140705-093651-34611492.jpg

20140705-093652-34612948.jpg

20140705-093652-34612322.jpg

Ho una nuova scatola

Questa galleria contiene 5 immagini.

Ecco, lo so che è da tanto tempo che non mi faccio sentire.. ma dovete perdonarmi: con questo caldo sono andata in letargo, e mi sveglio solo per giocare con la mia amata scatola! (e per mangiare le mie pappe e transumare dal mio asciugamano bagnato all’angolo della scala e viceversa…) è dura la vita … Continua a leggere

5 piccoli randagi in cerca di amore – Erba (CO) e dintorni

Ieri io e l’umana abbiamo ricevuto questo appello e subito condiviso su Facebook, ma vorremmo dargli più respiro e condividerlo con voi, e chiedervi di condividere anche voi, e guardarvi intorno se c’è qualcuno che conoscete che magari vuole prendere una di queste 5 piccole meraviglie.

10154982_551440701644065_3791663479504077125_n

Abbiamo poche info, sappiamo solo che sono piccini, randagini (probabilmente accolti in casa da un anima pia che li svezzerà almeno) e che cercano casa. Si trovano a Merone, vicino ad Erba (Co), e per info potete chiamare Bruno al 339.8611935 o scrivere sulla bacheca della pagina Facebook: https://www.facebook.com/5piccolirandagi

Vi prego almeno condividete: non vi costa niente !

E guardatevi anche il vidddeo, sono di una tenerezza infinita: https://www.facebook.com/photo.php?v=551446624976806&set=vb.549938931794242&type=2&theater

E’ arrivata la primavera

Cari a-mici è arrivata la primavera, ve la sentite nel pelo, vero?

Eh si, noi gatti ce la sentiamo nel pelo, la primavera. In quel pelo che comincia a pesarci addosso, e che quindi cominciamo a seminare per casa come se non fosse nostro.

gatto-primavera

In primavera noi teneri micetti ci togliamo il cappottino di pelo, letteralmente.. e i nostri umani impazziscono.

Chi per le allergie, chi per la mania di pulire la casa (dico io: ma il nostro pelo è pulito con tutte le pulizie quotidiane e gran sleccatine che ci diamo! Come osate anche solo lontanamente pensare che il nostro pelo che rotola qua e là non sia un degno ornamento del vostro tugurio!)

C’è anche chi impazzisce a correre dietro ai più delicati di stomaco di noi che, con la scusa di tutte quelle sleccatine e del pelo morto che ingeriamo, continuiamo a dare di stomaco e rimettere boli di pelo. Preferibilmente sui vostri preziosi tappeti persiani.

pulizia-gatto

Ma cosa ci possiamo fare, non è mica colpa nostra! E’ vostra, se non ci curate abbastanza…

Lo sapete quale è il modo migliore per evitare tutto questo? Dedicarci maggiori attenzioni e cure costanti. In fondo bastano davvero pochi accorgimenti e, credetemi, anche noi micetti saremo molto contenti di non svomitazzarvi in giro per casa.

Quindi ricordate di:

1. Spazzolarci accuratamente almeno una volta ogni due giorni, e un pò meno accuratamente almeno una volta la giorno. E’ importante rimuovere il pelo morto, soprattutto quello invernale che, come lana soffice soffice, si annida sotto al pelo superficiale. Voi non lo vedete ma c’è, e noi che ne mangiamo una gran quantità mentre ci facciamo le pulizie personali.

E poi lo vomitiamo.

spazzola-per-gatti

A tal proposito la mia umana utilizza 3 spazzole: quella tipo Furminator, di ferro, che taglia il pelo e lo rimuove bene da sotto; la spazzolina normale, di setole, come quella che usate voi per i capelli; il guanto, che ci massaggia e coccola e stimola la pelle sotto il pelo.

Furmiator ogni 2 o 3 giorni, spazzolina e guanto tutti i giorni.

spazzolare-gatto

E non so se lo notate ma ho un manto spettacolare, modestamente.

muffin-notte

E poi mi piace tanto spazzolarmi, così come farmi fare i grattini.

2. cibo specifico, soprattutto se siete micetti “di razza” a pelo medio lungo.

cibo-per-gatti

Non serve acquistare le marche ipercostose, davvero, in commercio ne esistono di ottima qualità ma anche di bassa fascia di prezzo. Io e l’umana poi stiamo sempre attente alla qualità e alle aziende che non sperimentano sugli animali, alle green label e magari al bio, se c’è qualche buona offferta.

Abbiamo già cominciato a mescolare il mangime “Hairball” con quello per gatti sterilizzati, e nel caso ricomincino i vomitini alzeremo la percentuale di hairball. L’importante è mantenere equilibrio 😀 (che l’hairball non va bene sempre, per noi mici sterilizzati, eh.. non è bilanciato!)

3. La pasta di malto.

Adesso su, non fate gli schizzinosi, micetti, la pasta di malto vi fa bene! Aiuta a non assimilare il pelo, a non vomitarlo ma.. beh a farlo andare per la sua strada senza intoppi, diciamo.

hairball-remover

A me piace un sacco e anzi, corro tutta felice appena vedo l’umana che tira fuori il mio tubetto, gnam gnam!!! (si, forse non dovrei darle questa soddisfazione).

Oh la, ora che vi ho svelato tutti i segreti non avete più scuse, mi raccomando! Basta poco per renderci felici…. eh!