Gatto Natale è arrivato in anticipo

Evviva evviva questa è la dimostrazione che sono una gattina buona!!!

gatti-di-natale

Nonostante qualche disastro, e l’esasperazione a cui porto la mia umana ogni giorno, sono sulla lista dei buoni gattini di Gatto  Natale!!

Che infatti non si è dimenticato di me e mi ha già portato un bel regalo: un giochino tutto nuovo! Ed è pure fatto a mano dalla mia umana e con quegli strani tessuti colorati che mi piace tanto mangiucchiare 😀

E’ morbida, è colorata, ha un campanellino che trilla ogni volta che ci gioco. E’ leggera e salta in aria a ogni mia zampata…

Adoro la mia nuova pallina per giocare!!

gioco-feltro-gatti-fatto-a-mano gioco-feltro-gatti-fatto-a-mano

E ho contribuito anche io a costruirla, sapete?? Guardate un po’ qui

Annunci

Gatti… quando il freddo si fa sentire…

le temperature sono in picchiata e, per quanto pelo possiamo avere addosso noi gattacci di casa (e per quanto possiamo pretendere dai nostri umani che tengano la finestra aperta la mattina per permetterci di dare una sniffatina di controllo appena svegli, giusto in caso che sia successo qualcosa nottetempo) arriva il momento in cui anche noi dobbiamo cercare …rifugio in casa.

Specialmente se vivete come me con una umana che fa economia sul riscaldamento (o almeno così sembra: quando la guardo con fare accusatorio lei nega indicandomi il termostato… ma devo aver preso da lei: ho le zampe sempre fredde!)

E allora cosa dobbiamo inventarci noi poveri gatti freddolosi?

Ma il sit in. o Cat in.

gatta-sit-in

gatta-cestino-panni-puliti

che importa se si tratta del cestino della roba da stirare? Una bella pila di lavanderia appena asciugata, specie se culminante con un morbido maglioncino di lana, è l”ideale per scacciare il freddo dalle nostre zampette

gatta-scatola

gatta-scatola

gatta-scatola

gatta-scatola

gatta-scatola

giù il periscopio, il nemico è in ascolto!

In alternativa, c’è sempre l’amata scatola che contiene le scatole… il nostro parco giochi preferito, il teatro di innumerevoli atti di devastazione… la carta straccia in fondo è un ottimo isolante…

E fa sentire in colpa l’umana che pensa: ma guarda te se deve dormire nelle scatole di cartone come i senzatetto, col fiorfiore di copertine di pile che le stendo sul letto….

eheheh farli sentire in colpa è la chiave per la dispensa!

gatta-innamorata-scatola

(ma se non sto attenta, rischio di ritrovarmi con 4 belle babbucce fatte a mano e il maglioncino addosso…. quella megera è capace di farlo!!! ARghhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh

gatto-al-caldo

Questa casa non è divertente

Questa casa non è divertente, uffa.

Non si può fare niente in questa casa che subito la befana si irrita e mi sgrida, è un carcere, non una casa!

gattabigia-coccole

Non posso correre su e giù ribaltando sedie, e rovesciando bicchieri e tutti quegli ostacoli che l’umana lascia sul mio cammino. Non posso fare casino sul letto, scavandomi la mia tana fra le lenzuola o, dio non voglia, fra i morbidi strati di quei caldissimi e confortevoli plaid che l’umana insiste a spargere con una precisa geometria, mentre a me piacciono tutti rincagnati e confusi.

Mi piace il caos, mi piace perdermici. Mi piace mordere le lenzuola e i tessuti per sentire i piccoli rumori di strappo mentre muoiono sotto i miei denti.

Mi piacciono i buchini che gli faccio, trovo che siano artistici.

Non posso intrufolarmi negli stipetti, e tirare fuori tutti i coperchi delle sue scatole delle scarpe, e farmici le unghie. Non mi piacciono i pezzi di cartone che mi lascia in bella vista… io voglio QUELLI!

https://www.facebook.com/photo.php?v=645842885467346&set=vb.446421402076163&type=2&theater

E non posso tuffarmi nel cestino della carta straccia, e tirare  fuori tutte quelle divertentissime palline di carta e spargerle in giro per casa e corrergli dietro e fargli gli agguati e farli finire sotto il frigo e poi scavare per recuperarle….

Non posso saltarle in braccio e mordicchiarle le mani o rincorrermi la coda, perché dice che le pianto le unghie nella pelle e le faccio male… si mettesse la pelliccia come me, vedrebbe che non succede nulla!

gattabigia-coccolosa

E non posso nemmeno arrampicarmi su quel coso, quello che ha appeso e contiene tutte le cose che hanno il suo odore: i calzini (puliti) le sciarpe… ah, adoro rubarle le sciarpe e ucciderle con le mie zampe, ma lentamente, tirando un filo alla volta…. Invece quella befana corre urlando e mi scaccia via, e poi mi guarda offesa come se le avessi fatto un torto.

Non capisce che lo faccio per lei?

Se le mette al collo quelle cose: e se un giorno decidessero di rivoltarlesi contro e strozzarla?? Devo assicurarmi che siano morte!

Altrimenti chi mi riempirà la ciotola, ogni mattina, con tanto amore?

Le 10 cose divertenti che il vostro gatto fa

..e che a voi umani, lo sappiamo, fanno ridere a crepapelle.

O almeno, fanno ridere quella sciocca della mia umana. Che a volte si sbellica proprio, ma con le lacrime!

foto 4_1muffin

Inutile dire, che quelle volte mi prudono proprio le zampette dalla voglia di graffiarla… perché ho la mia dignità, io, e non tollero che si rida di me! Neanche quando cado dal letto, o dalla sedia, o dal graffiatoio… insomma. non si deve ridere di me, punto!

E infatti si, eccoci con il primo punto della lista delle 10 cose che noi gatti facciamo e che vi fanno ridere così tanto:

1. cadere dai posti più assurdi. con dei gran tonfi e degli elegantissimi meow! E già di nuovo ben diritti sulle nostre zampine, pronti a riprendere qualsiasi interessantissima attività ci stesse tanto distraendo da farci cadere.

gatti-che-si-arrampicano

si perché il più delle volte cadiamo per distrazione, perché..

2. ci rincorriamo la coda come se non ci fosse un domani. E come se non ci ricordassimo che è la nostra coda… che è parte di noi, che ci segue dappertutto, e che non dovremmo mordicchiarla con tanta passione, perché non si staccherà mai e…

Ok, sono andata in fissa. ma è che quando mi ricordo di avere la coda, come tutti i gatti, poi non capisco più niente.

gatta-si-prende-la-coda

gatto-che-gioca

3.   L’imitazione di Michael Jackson in Thriller. Voglio dire: io manco lo so chi è questo tizio, ma ogni volta che tento di spaventare la mia umana e incuterle il dovuto timore…niente, quella scema scoppia a ridere come se le stessi facendo vedere le prove dello spettacolo di Miaotale.

Certo, non aiuta il fatto che per spaventarla io cammini lateralmente senza guardare dove vado e finisca sempre per andare a sbattere contro qualche mobile che si è spostato per farmi dispetto… ma non è comunque il caso di ridere. son cose serie eh.

gatto-rizza-pelo

Boh, sti umani chi li capisce è bravo.

4. Usciamo di scatto dalla cassettina dei bisogni, spaventati da non si sa cosa (in realtà, dalle nostre stesse puzze… ma non son cose che possiamo confessare così apertamente agli umani).

5.  Tentiamo di bere in posizioni impossibili, finendo sempre per ingozzarci e sputazzare acqua e starnuti da ogni parte. questa cosa è tragica ma alla mia umana la fa sempre sghignazzare, tanto che se mi sta per caso tenendo il bicchiere dal quale io cerco di bere addio, non c’è più niente da fare.

gatto-che-beve

6. Dormiamo in posizioni impossibili, il più delle volte con l’abbandono di un neonato, e per questo l’atteggiamento degli umani oscilla fra il bambinesco (oooooohhh che carino! detto coltimore reverenziale di svegliarci) e il suicida (ooooohhhh che carino! detto un istante prima di allungare la mano verso di noi, o tuffare il viso verso la nostra irresistibile panzetta pelosa, e attirarsi le feline ire funeste).

Seriamente gente: ma non ce l’avete una panzetta pelosa anche voi?? Che diamine…

cat-sleeping-cute

gatta-dorme-pancia-su

7. Proviamo un’irresistibile attrazione per alcune mortali trappole come: il piatto della doccia (scivoloso) i sacchetti di carta e plastica (che ti avvolgono nel loro abbraccio mortale e non ti lasciano andare più), le scatole di cartone (insanamente tentatrici, soprattutto quelle di piccole dimensioni dove ci piace rintanarci nella vana illusione di non essere visti dall’umano di casa… il tutto si traduce in stupidissime foto da parte dell’umano di soufflè di gatto con la base in cartone e tutto il pelo che straborda…. o peggio)

cat-with-box

scatolagatto

8. Quando giochiamo, fingiamo panico quando l’umano si nasconde gli occhi e, come per magia, sparisce davanti ai nostri occhi. Allora cominciamo a cercarlo freneticamente, e non ci rassereniamo finchè non gli poggiamo sopra la zampa e lui si scopre gli occhi, tornando alla realtà.

Andiamo siamo seri: davvero pensate che non sappiamo giocare a cucubau? E’ tutta una tattica per darvi soddisfazione, povere bestie senza pelo che non siete altro… altrimenti che vita grama avreste, senza noi gatti!

9. fuggiamo terrorizzati dall’aspirapolvere. Fughe a rotta di collo degne di un Cartoon della Loney Tunes seguono l’attimo di panico in cui fa la sua comparsa il terribile aggeggio. Scappiamo terrorizzati anche quando voi lo brandite e fate finta di imitare il suo rumore con la bocca… perchè dio non voglia che l’accendiate anche.

maledetti umani non c’è niente da ridere.

E si… anche fra noi gatti ci sono gli outsiders e i semplicemente pazzi… per l’aspirapolvere.

http://video.donnamoderna.com/ridere-in-famiglia/Micio-e-aspirapolvere-che-coppia?list=3911175

E si… ancora si: la mia umana sta le ORE a sghignazzare davanti a questi video…

10. vi facciamo gli occhietti dolci e ci inventiamo mille stratagemmi per condividere il vostro cibo (dopo aver spazzolato il nostro). E voi, allocchi, che ci cascate sempre! Siamo troppo carini e coccolosi e voi non sapete resisterci!

cat-cuteness

Ridete pure, umani, una risata vi seppellirà…

…ma non prima che vi abbiamo strappato l’ultimo boccone di cibo, sia chiaro!

Come costruire un gioco per il vostro gatto a costo zero -parte 2

HO UN GIOCHINO NUOVO!

Ho un giochino nuovo e non posso parlarvene perché devo andare, a giocare con il mio giochino nuovo! Che è tanto bello e mi piace, e suona ed è morbido, e dentro c’è qualcosa che crocca e io devo scoprire che cos’è…. sono molto impegnata questa mattina. Moltissimo.

20131003-114713.jpg

L’umana me l’ha dato ieri, dopo aver trafficato un po’ con gli aggeggi che tiene in quella scatola posata in alto, dove io vorrei andare a controllare perché ogni volta che la apre ne escono meraviglie: nastri e fili colorati, bottoni e perline e cose che rotolano e cose che suonano… ma lei la chiude sempre e la mette in alto dove io non posso arrivare (uffa).

Ieri sera però alla fine mi ha dato quello che stava facendo, che lì per lì mi ha lasciata un po’ perplessa… una cosa a forma di non si capisce bene cosa… cioè, già che c’era poteva dargli la forma di qualcosa, ecco. Non so nemmeno bene io cosa ma… va beh, insomma, il mio nuovo giochino ha una forma un po’ così, è rosa di un rosa che mi piace molto (somiglia tanto ai suoi calzini rosa che mi piacevano tanto, quelli con i coniglietti e fatti in quel materiale morbido morbido che lei chiama ciniglia – un nome che a me mi fa miagolare dal ridere), e c’è attaccato un campanello!

20131003-114637.jpg

E dentro, dentro è imbottito con della carta morbida (l’ho visto che ce la infilava!) e di quella carta che a me piace tanto, quella che si stropiccia e fa rumore e dove di solito l’umana conserva quelle fantastiche focaccine che mi piacciono tanto, e la carta – che forse è plastica? – ha i buchini piccolissimi da cui esce l’odore…vado matta per le focaccine, voi no? Va beh ma sto divagando.

L’umana ci ha messo dentro anche quella carta lì, così il mio giochino ha il sonaglino e fa rumore e quando lei lo stropiccia io corro. E salto e ballo, ballo con il mio giochino, e me lo prendo e me lo porto via, dove lei non può riprendermelo e togliermelo.

20131003-114742.jpg

Perché adesso, non dico di amarlo come il tappo della penna, la mia pallina, o gli adorati pacchetti di fazzoletti di carta… però quasi, dai.

E brava l’umana che per una volta si è resa utile!

VAI AL VIDEO DELLA GATTABIGIA CHE GIOCA: QUI