La gatta con il collo.. Di maglia

Cari amici, è tanto che non ci sentiamo, ma io e la mamy siamo state occupate.. ci perdonate, vero?

Intanto la stagione fredda è arrivata, e io e la mamy ci siamo organizzate: ci manca altro che, oltre a tutto il resto, prendo anche il mal di gola quando voglio a tutti i costi affacciarmi alla finestra la mattina (così dice la mamy, io ho il dubbio che i gatti non prendano il mal di gola, ma tant’è…)

Processed with VSCOcam with f2 preset

Processed with VSCOcam with f2 preset

Il collo di maglia ha anche un’altra funzione, oltre ad essere fescionissimo (come potete vedere nelle foto qui sotto):infatti, mi è tornato uno sfogo grossissimo di allergia da granuloma eosinofilico.

Vi ricordate che ve ne avevo parlato? Quella brutta allergia a non si sa bene cosa, che ogni tanto mi prende e mi fa venire dei brutti sfoghi che diventano croste e che mi portano via tutto il pelo della mia bella pelliccetta argentata… ecco, me ne è tornata una brutta brutta, di crisi.

Lo scorso mese la mamy mi ha portata dalla vet, che ci ha sgridate perchè, dall’ultima crisi che ho avuto, mamy non mi aveva più messo l’antipulci (sospettato di essere la causa degli sfoghi cutanei). La vet ci ha sgridate perchè dice che anche se sto in casa le pulci possono mordermi lo stesso, e quindi ha consigliato a mamy di trovare un’altra soluzione.

Mamy, sentendosi in colpa, ha provato a igienizzare le mie cucce con un prodotto nuovo, a base naturale (olio di neem, lavanda, etc.) che si può passare anche sul mio pelo (mamy se lo è spruzzato su un panno, per non mettermelo a diretto contatto sulla pelle… ma non è bastato). Lo sfogo allergico mi è tornato, fortissimo.

I prodotti a base naturale sono quelli che mi fanno stare peggio, che paradosso.

Adesso ho il collo pieno di “buchi” senza pelliccetta, alcune croste ancora in formazione, altre guarite. Mamy è tristissima e si sente in colpa, anche se io le ho detto che non è mica colpa sua. Allora ogni tanto mamy mi mette la pomata per aiutarmi a cicatrizzare, e poi un bel collo di maglia (che a me non piace ma me lo devo tenere lo stesso – almeno non è quel cavolo di maglioncino che mi fa camminare come una scema in giro per casa!) per proteggermi e impedirmi di grattarmi mentre la pomata si assorbe.

Non ci resta che aspettare che anche questa brutta crisi passi, e poi smettere per sempre con i prodotti antiparassitari…

Intanto, io sono diventata “la gatta con il collo di maglia”.


  

Combattendo il granuloma eosinofilico….

Ciao a-mici, come state?

In questi giorni dovete scusarmi ma non sono stata molto prresente sul blog…. Ci mi segue sulla pagina Facebook sa già perché, ma volevo aggiornare gli altri, quelli che si stanno “preoccupando” del mio silenzio e quelli che si chiedono dove è finita la bigia.

Sto bene, sto bene, nonostante un po’  di maretta…

gattabigia-scatola

Non so se ve l’ho raccontato mai ma all’ultimo controllo annuale dal vet mi hanno fatto un esamino per capire che cosa sono quelle crosticine che mi vengono ogni tanto sulla pelle (della pancia, principalmente, e sotto le ascelle) e che la mamma scambiava per secrezioni di sebo/acquetta. In realtà la vet ha sentenziato “granuloma eosinofilico”, che per chi non lo sapesse è una specie di allergia – tipo un’acne ma un po’ più gravve e fastidiosa – che, per cause molto difficili da individuare e isolare, provoca uno stress al mio sistema immunitario che “si difende” buttando fuori quelle specie di secrezioni, che poi diventano gnocchetti/crosticine, che poi io mi lecco, si staccano, fanno la cicatrice e bon. Poi ricresce il pelo.

Ma intanto fanno prurito, nei casi più gravi delle piccole piaghe, anche sanguinanti se io me le tormento (ma non lo faccio, il più delle volte sono brava e in un paio di giorni mi guariscono)

La settimana scorsa la mamma, visto il mio odio e le reazioni esagerate (a detta sua) quando mi mette le goccine antipulci (con le ultime della Advantage ho fatto la schiuma alla bocca per una mezz’ora buona…con le Beaphar, le ultime provate, ho vomitato schiuma bianca stile esorcista… roba da film dell’orrore, e scusatemi il dettaglio crudo) ha deciso di cambiarmi le gocce e mettermi quelle naturali, a base di oli essenziali invece che chimiche (le Beaphar appunto).

Sarà stato quello, lo stress, il cambio di stagione, la polvere, o una reazione a quello che mangio (che però è sempre lo stesso!) fattostà che sono stata male due giorni e poi mi sono riempita di bolle a grappolo proprio dietro al collo, dove mi ha messo le gocce. Se prima mi veniva una crosticina piccola ogni tanto, questa settimana ne ho avute prima 3 grosse, poi altre 2 o 3 più piccoline, che io mi sono leccata fino a che non si sono piagate e non vi dico… un disastro.

La mamma non sapeva più cosa fare.

Prima di tutto ha deciso che non mi metterà mai più le goccine (speriamo!!) tanto sto in casa e non vado mai fuori.

E poi in questi giorni ho dovuto girare “col pigiamino”, ovvero con una maglietta tagliata e cucita da lei da una sua vecchia maglietta, che mi impedisse di leccarmi le feritine

gattabigia-gatta-col-pigiamino

(e si, lo so, sono una micia fescion…)

gattabigia-gatta-col-pigiamino gattabigia-gatta-col-pigiamino gattabigia-gatta-col-pigiamino gattabigia-gatta-col-pigiamino

E intanto ho anche cambiato dieta.

Indecisa sull’origine alimentare del disturbo, la mamy ha deciso di ridurre la quantità di carni di pollo che mangio (dicono che di solito sono una delle cause principali più allergizzanti – ma come ci continua a ripetere la vet, è molto difficile riuscire a distinguere la causa vera e ultima di questa “condizione”.. a meno di non eliminare del tutto il pollo e vedere che il granuloma non mi esce più PER SEMPRE) e migliorare la qualità.

Devo dire che questa cosa non mi dispiace: mangio dei nuovi croccantini buoni buoni che sanno di pesce, e il pesciolino in trancettini che manco se fosse stato pescato da suore cieche del Belize costerebbe così tanto (Dice mamy.. ma che vuoi, dare un prezzo alla mia salute??)

Siccome, voi lo sapete, sono sempre stata un po’ difficile di gusti (mangio quasi esclusivamente pollo, a volte ma solo a volte quando mi gira anatrae tacchino, salmone, tonno, ma nessun “Misto” di pesce che contenga gamberetti, bianchetti, carni varie, carni rosse, coniglio, manzo, maiale… niet! Quello schifo se lo mangi lei!) e anche se sui croccantini sono meno esigente ho le mie necessità (mangiare costantemente l’hairball, perrchè ho problemi di boli di pelo, e mangiare sterilized, perché sono sterilizzata…), e le pappe speciali che fanno sono solo speciali… non sono ANCHE hairball o sterilized

Ma per il momento, visto che non sono una gran mangiona, la mamy ha deciso di soprassedere.

Dopo aver escluso perentoriamente il cortisone, e valutato le cure omeopatiche, la mamy ha deciso di provare con il ribes nigrum (estratto di ribes nero, che ha funzioni simili al cortisone ma è naturale e non così “invasivo”) ma a me fa schifo e se ci prova a mettermelo nella pappa non lo mangio. Ne ho lappato  un pochino ma se ci riprova… ho sentito che parlava con la nonna di “siringa senza ago” e “glielo caccio giù a forza”, e spero che non si arrivi a tanto.. nel caso, ci sarà una umana in meno su questa terra, ve lo garantisco!

No… non è vero, sono una micina esemplare. In questi giorni mi sono aggirata mogia mogia per casa, con su il mio pigiamino rosa (anche se il viola mi dona di più) e mi sono lasciata fare di tutto… pulire le feritine, mettere la pomata, persino cacciar giù qualche goccina.

gattabigia-gatta-col-pigiamino

gattabigia-gatta-col-pigiamino

Dopo 5 giorni, oggi finalmente mi sono un po’ ripresa. Anche se la zona coperta di cicatrici ora è pulita e la pelle si è già richiusa e ha un bell’aspetto, il pelo ci metterà un po’ a ricrescere. La mamy mi ha tolto il pigiamino (finalmente!) e mi lascia girare senza, e io ho ripreso a mangiare un po’ di più e, soprattutto, cosa che la riempie di gioia anche se ho combinato un sacco di disastri, a giocare con la stessa allegria di prima.

gattabigia-gatta-che-gioca

Il percorso per la guarigione definitiva sarà ancora lungo, lo sappiamo, ma intanto noi non ci abbacchiamo: riusciremo a trovare il nostro equilibrio!

Intanto vi mando tante fusa… vado a fare uno spuntino e poi un sonnellino, ciao a-mici!

zampino-di-gattabigia