Allergia vattene via!

La mia umana è allergica.
A cosa, alle piante e ai pollini, vi chiederete voi? Alla polvere? Al cioccolato?
No, la mia umana è allergica a ME.

E per quanto mi sarebbe piaciuto, con il carattere di una volta (quando ancora volevo scappare via di qui e tornare dalla mia mamma gatta), poter ridere delle sue sofferenze, ora sta ragazza mi fa un pò pena.

Perchè sapete, lei mi vuole tanto bene che affronta stoicamente la sofferenza.
Da giorni ormai non respira più, non dorme più (e non fa dormire neanche me, che pur mi ostino – per farle un pò di compagnia perchè lo so che a lei fa piacere sentirmi vicina- a dormire accoccolata ai suoi piedi, sul letto). Continua a soffiarsi il naso, starnutisce da far tremare la mansardina (e far scappare i maledetti piccioni che si ostinano a raggrupparsi sul piccolo pezzo di tetto che vedo dalla mia finestra!), piange.

E io non so se piange perchè tutti continuano a dirle di mollarmi e lei ha orrore solo al pensiero, oppure ..boh.
Perchè gli umani piangono?
Non lo so, io le do sempre le mie testatine affettuose, e lei non si tira mai indietro. Non mi ha mai negato una coccola, una carezza, o un bacio, anche se poi torna a starnutire. E lo sa che sono io, che è a causa mia che sta così da giorni e giorni.
Ride anzi. Sarà scema?

Io sopporto con la sua stessa stoica determinazione anche le quotidiane operazioni di “contenimento”. Almeno questo glielo devo, visto come si è voltata stizzita e sdegnosa quando persino la sua mamma umana le ha consigliato di… “parcheggiarmi nell’altra casa per un pò”. Fino a che non le passava la fase acuta di allergia.
Ma lei ha risposto che l’allergia non è un cancro, e passerà, e che la mia casa è quella dove viviamo noi due…io e lei. La nostra mansardina. E che nell’altra casa (dove ho una bella taverna tutta per me, sia chiaro, che con questo caldo quasi quasi mi invoglia…) ci andrò a stare solo quando ci sarà anche lei.

gatti_toeletta_allergia_al_pelo

Oggi è andata in farmacia a comprare gli “antistacosici” (o come cavolo si chiamano), che dovrebbero aiutarla ad alzare le difese e quindi “abituarsi” all’allergia, e io so che lo ha fatto per me, solo per me, anche se non ha molti soldini da spendere e quelle medicine costano un pò. Ha guardato malissimo anche la farmacista, che le ha consigliato di “allontanare” il gatto per qualche tempo. L’ho vista che l’ha raccontato alle sue amiche gattare su Facebook.

Non lo so perchè ma ho provato orgoglio quando l’ho sentita, e così – dopotutto non mi costa poi molto – da quel giorno mi faccio spazzolare buona buona ogni giorno, anche un paio di volte al gorno, senza dire nulla. Sopporto con stoica determinazione che lei passi lo “spirapolvere” o come diamine si chiama l’aggeggio infernale, quasi ogni giorno, e che lavi e freghi e spruzzi e igienizzi ogni superficie, coperta e copertina su cui mi adagio.

E la notte, quando lei cerca di dormire e si gira e si rigira perchè non riesce a respirare, io veglio il suo sonno. Cerco di non respirare, non muovermi, non disturbarla, ma qualche volta è più forte di me… mi avvicino e l’annuso, per sentire se sta bene, e qualche volta le do una leccatina sulla fronte.

Del resto dicono che l’amore fa miracoli, perchè non può riuscire a immunizzarla allora.. contro l’allergia a me?

gatto_amore_fa_miracoli

Annunci